Meeting Awair: prosegue il percorso del progetto europeo per la qualità dell'aria di Parma

Siamo quello che respiriamo: confronto tra conoscenze ed esperienze per proseguire il progetto europeo per il contrasto all’inquinamento atmosferico

Insieme, per un tavolo di lavoro, tra esperti e multistakeholders, per affrontare il problema della qualità dell’aria di Parma. Passi avanti per il percorso del progetto europeo, al Duc, con un confronto operativo promosso da Comune di Parma insieme ai partner italiani del progetto AWAIR (CINSA – Consorzio Interuniversitario nazionale per le Scienze Ambientali, ARPAE Emilia-Romagna). La qualità dell´aria come sfida comune per quei territori dell’Europa Centrale caratterizzati da forti pressioni antropiche e frequenti condizioni di stagnazione dell’aria è quello verso cui si muove questo percorso. L’impegno del progetto è  per l’implementazione di azioni volte alla riduzione dei livelli di esposizione agli inquinanti atmosferici e alla salvaguardia della salute dei cittadini. 

 Allargare il coinvolgimento degli stakeholders di progetto a esperti nel settore medico, sanitario e ambientale è stato lo scopo di questa tavola rotonda che ha cercato di sviluppare indicazioni pratiche e modalità più efficaci ed efficienti di informazione tempestiva alle fasce di popolazione sensibili a livello sovraurbano (Functional Urban Areas) per l’effetto degli episodi di inquinamento acuto.  

 “Dalle condivisioni sono emerse possibili strategie per la riduzione dell’esposizione all‘inquinamento atmosferico e alleviarne gli effetti sulla salute dei cittadini in particolare nelle fasce di popolazione più vulnerabili per età (bambini o persone anziane, affetti da patologie respiratorie). E’ stato compiuto un primo passo per elaborare contenuti divulgativi utili alle fasce vulnerabili.” Commenta l’Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma Tiziana Benassi.    

L’incontro è stato condotto  con il supporto metodologico di facilitatori professionisti nel campo dell’innovazione sociale e del design dei servizi. Ne è emersa la proposta della creazione di network collaborativi territoriali che possano incidere sulla consapevolezza dei cittadini verso gli effetti dell’inquinamento atmosferico e della progettazione di azioni mirate e specifiche per il parmense al verificarsi di  episodi criticI. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento