Attualità

Mense scolastiche, in Regione aumento dell'1%: Parma la più cara

Nella scuola primaria, il servizio costa a una famiglia 1.112 euro al mese

106 e 107 euro: è il quantitativo della spesa media mensile che affronta una famiglia in Emilia Romagna per la mensa nell’anno scolastico in corso - in aumento di oltre l’1% per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e dello 0,19% per la primaria - rispetto ai circa 85 euro (poco più di 4 euro a pasto) che rappresentano la media nazionale. In Regione si va dai 4,50 euro a pasto nelle scuole di Cesena ai 6,12 euro di Reggio Emilia (nella scuola per l'infanzia), e dai 4,30 euro di Ferrara ai 6,18 euro di Parma (per le scuole primarie). L’incremento rispetto alla precedente indagine, riferita al 2022/23, è stato di oltre il 3% per quanto riguarda il dato nazionale, secondo la VII Indagine sulle mense scolastiche, con la quale Cittadinanzattiva ha preso in esame le tariffe di tutti i 110 capoluoghi di provincia sia per la scuola dell’infanzia che per la primaria.

In città, il costo del pasto nella scuola dell'infanzia è di 6,50 euro. Mensilmente una famiglia composta da tre persone (due genitori e un figlio minore) paga 130 euro. Annualmente il costo è di 1.170 euro, il più alto in Regione. Per quanto riguarda invece le scuole primarie, un pasto costa 6,18 euro al giorno. Al mese diventa di 124 euro, mentre mensilmente 1.112 euro, anche in questo caso confermandosi al primo posto in Regione.  Nel calcolo della quota annuale del servizio di ristorazione scolastica si è ipotizzata una frequenza di 20 giorni mensili per un totale di 9 mesi escludendo eventuali quote extra annuali e/o mensili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense scolastiche, in Regione aumento dell'1%: Parma la più cara
ParmaToday è in caricamento