rotate-mobile
Attualità

Mi Prendo Il Mondo al SalTo24: i ragazzi al Salone del Libro di Torino

Saranno sul palco di quattro diversi incontri aperti al pubblico e racconteranno se stessi, le loro idee e i loro progetti all'interno del progetto "Biblioteca delle passioni". Dal 9 al 12 maggio da protagonisti

Le ragazze e i ragazzi di Mi Prendo il Mondo parteciperanno al Salone Internazionale del Libro di Torino (SalTo24) da protagonisti: saranno sul palco di quattro diversi incontri aperti al pubblico e racconteranno se stessi, le loro idee e i loro progetti all'interno del progetto "Biblioteca delle passioni", aperto per tutta la durata del salone nel cuore del padiglione 4.

È davvero una grandissima soddisfazione vedere le ragazze e i ragazzi della nostra città coinvolti in un progetto che li vede reali protagonisti del loro presente – ha dichiarato Beatrice Aimi, Assessora alla Comunità Giovanile - Il progetto di MI PRENDO IL MONDO, nato lo scorso gennaio per volontà dell’Amministrazione, mira proprio ad orientare i giovani verso la dimensione più introspettiva del loro essere per guidarli – attraverso testimonianze e storie - a capire chi realmente sono e chi vogliono diventare. A Torino vivremo un’anticipazione di quello che sarà poi il prossimo grande evento di Parma programmato per gennaio 2025”.

La “Direzione futura” di “Mi prendo il mondo” (MIPM) è un gruppo composto da oltre cinquanta studentesse e studenti del territorio parmense, di età compresa tra i 15 e i 23 anni, che hanno risposto all’invito fatto dal Comune di Parma e dal Salone del Libro e hanno dato voce ai loro desideri e ai loro dubbi sul futuro. Attraverso riunioni settimanali hanno costruito una grande manifestazione culturale che ha preso vita a Parma dal 25 al 28 gennaio 2024, segnando una tappa nel percorso di candidatura di Parma a Capitale europea della Cultura 2027. Per le ragazze e i ragazzi che ci lavorano, “Mi Prendo il Mondo” rappresenta la possibilità di farsi presenti, rendersi visibili, prendere parola.

Il primo appuntamento a cui i giovani e le giovani del MIPM parteciperanno al SalTo24 è l’evento inaugurale del programma Bookstock. Il 9 maggio, alle 10:30, in arena Bookstock, Maurizio Maggiani terrà l’incontro di apertura del programma scuole e ragazzi del Salone del Libro, in collaborazione con Feltrinelli. Lo scrittore Italiano dialogherà coi ragazzi e le ragazze di MIPM e del gruppo di lettura del Bookstock “i RifLettori”. A partire dal suo ultimo libro, 'La memoria e la lotta. Calendario intimo della Repubblica' (Feltrinelli), Maggiani inaugura il programma del Bookstock con un dialogo sull’impegno civile, sul valore dell’ascolto, sulla forza che viene dal conoscere le testimonianze delle donne e degli uomini che ci hanno preceduto.

Nel weekend i ragazzi e le ragazze di MPIM condurranno interviste a Flavia Carlini, Silvia Avallone e Matteo Bordone.

Sabato 11 maggio, alle 11:45, incontreranno Flavia Carlini, Autrice di 'Noi vogliamo tutto' (Feltrinelli), nella Sala Bronzo, Pad. 4. Capita che a parlare delle persone giovani siano tutti gli altri, educatori, professionisti dei media, adulti; l’autrice riporta la voce delle nuove generazioni al centro del discorso politico, sociale e culturale.
Alle 12:45 i ragazzi e le ragazze di MPIM dialogheranno con Silvia Avallone, autrice di 'Cuore nero' (Rizzoli), in Sala Viola, Piazzale Oval. In un borgo incastonato tra le montagne si incontrano due persone che hanno conosciuto il male: lui l’ha subito, lei l’ha compiuto. Il romanzo di Silvia Avallone è una storia di condanna e di salvezza che indaga le crepe più buie dell’essere umano per trovarvi una nuova luce. 

Domenica 12 maggio, alle 15:30, converseranno con Matteo Bordone, autore di 'L’invenzione del Boomer' (Utet), in Sala Bronzo, Pad. 4. Da una parte ci sono i “figli del boom”, quelli che hanno surfato sull’esplosione economica; dall’altra, le generazioni nate all’ombra della crisi del nuovo millennio. Matteo Bordone racconta la contrapposizione culturale (e non solo generazionale) che sta dietro il neologismo “boomer”.

 

I giovani e le giovani del MPIM parteciperanno, inoltre, a “La Biblioteca delle Passioni”, uno spazio interamente gestito da giovani e giovanissimi grazie al progetto realizzato dal Salone del Libro in collaborazione CRBS Coordinamento delle Reti di biblioteche scolastiche: una biblioteca composta a partire dalle letture e dai suggerimenti dei gruppi giovanili, dove sarà possibile trovare diverse bibliografie dedicate ai temi che animeranno la programmazione del Bookstock.

Il progetto della Biblioteca delle Passioni è nato nel 2023, accogliendo migliaia di ragazze e ragazzi che, attraversando il Salone, hanno lasciato i loro consigli letterari, e con l’impegno dei gruppi di lettura che l'hanno animata. Con questa edizione, la biblioteca si arricchisce, grazie al coinvolgimento di sei realtà giovanili attive durante tutto l’anno: a ognuna di loro è stato affidato uno scaffale, una sezione, in cui portare il proprio impegno e le proprie idee. I libri da loro indicati sono fisicamente disponibili in questo spazio, per offrire un’occasione di approfondimento a chiunque voglia affacciarsi e sfogliarli.

In questo contesto, Fridays For Future Torino propone una rassegna di titoli per coltivare la consapevolezza sul cambiamento climatico. MPIM cura una sezione dedicata all’autodeterminazione e alla realizzazione di sé, dal titolo "A te la scelta”. Questa bibliografia è un atlante per orientarsi nel presente e individuare (o costruire) la propria strada. In questo scaffale si potranno trovare le idee e le storie di persone che col proprio lavoro o nello sport, con la propria esperienza di insegnamento o nella scrittura, grazie all’attivismo o magari con la poesia, si sono prese un pezzo di mondo e l’hanno reso migliore. Sono storie di grandi imprese, e non solo, perché il primo passo per realizzare i propri desideri è prendersi il tempo di capire cosa si vuole e cosa non si vuole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mi Prendo Il Mondo al SalTo24: i ragazzi al Salone del Libro di Torino

ParmaToday è in caricamento