rotate-mobile
Attualità

Mobilità: modifiche al Piano Sosta per la città

Le modifiche normative entreranno in vigore a partire dal 1 maggio 2024, mentre la tracciatura delle nuove righe blu e bianche blu inizierà entro l’estate

È stato approvato dalla Giunta il nuovo Piano Sosta del Comune di Parma, un aggiornamento che giunge a distanza di vent'anni dal precedente. L’adeguamento si è reso necessario per integrare i processi amministrativi viabilistici con le innovazioni digitali, e, al contempo, introduce alcune significative novità. Le modifiche normative entreranno in vigore a partire dal 1 maggio 2024, mentre la tracciatura delle nuove righe blu e bianche blu inizierà entro l’estate. I dettagli sull'attuazione delle novità verranno comunicate sul sito di Infomobility.

  • Estensione zone righe blu. Nuove zone della città, come quella tra via Montebello, strada Torelli, e viale Duca Alessandro, e quella tra via Zarotto, via Casa Bianca e via Emilia est, adotteranno righe blu per regolamentare la sosta. Anche Via Madre Teresa di Calcutta, via Umbria, via Solari e via Volturno saranno dotate di nuove righe blu, per uniformare la regolamentazione della sosta.
  • Sosta gratuita. Nelle righe blu in via Bixio, via D’Azeglio, via Imbriani, Via Trento, primo tratto di via Emilia Est, i clienti dei negozi avranno a disposizione mezz’ora di sosta gratuita attraverso l’app Tap&Park. In base ai risultati prodotti dall’iniziativa, saranno valutate estensioni di questa possibilità in altre aree della città, così da per supportare concretamente le attività commerciali.
  • Sosta notturna per Residenti. Saranno estese le zone a righe bianche e blu nelle aree limitrofe al centro storico e, contestualmente, aumenteranno i controlli serali a tutela del diritto alla sosta dei residenti.
  • Sosta in pausa pranzo. Nella fascia oraria 12.30-14.30, le righe blu diverranno a pagamento.
  • Ora gratuita residenti. Tutti i residenti del Comune, attraverso l’app Tap&Park, potranno usufruire di un’ora gratuita nella fascia oraria 12:30 – 14:30.
  • Ravvedimento operoso. Sarà introdotta la possibilità di pagare online, entro le ore 23:59 del giorno successivo, un transito non autorizzato nelle Zone a Traffico Limitato, evitando così le attuali sanzioni amministrative.
  • Permessi sosta residenti. La transizione digitale in corso rende necessario associare ad ogni permesso un solo veicolo con la inevitabile eliminazione dei permessi multitarga (due veicoli associati allo stesso permesso ma non utilizzabile contemporaneamente su entrambi, come accade ora). Pertanto, i nuclei familiari titolari di un solo permesso con due veicoli associati, e necessità di sosta su strada per entrambi, dovranno usufruire di due permessi: il permesso aggiuntivo sarà gratuito per tutto il 2024.
  • Permessi sosta artigiani e distribuzione merci. Anche per le attività che effettuano distribuzione merci o artigiani con veicoli commerciali vale la regola un permesso una targa: ogni permesso dovrà quindi essere associato ad un solo veicolo ma con la novità che verrà dimezzato il costo del permesso annuale, pari a 190 euro, e non più 385 euro. Per i veicoli commerciali elettrici il costo del permesso sarà di 100 euro.
  • Auto Elettriche. A causa dell’aumento esponenziale del loro numero, le auto elettriche con permesso AAA@ non potranno più transitare nelle corsie preferenziali riservate al Trasporto Pubblico e nelle Isole Ambientali. Anche la sosta notturna diventa vietata per le auto elettriche nelle strisce bianche e blu riservate ai residenti, mentre rimane la sosta gratuita senza limitazioni orarie nelle strisce blu.
  • Permessi Auto Amica Ambiente. I permessi AAA, associati a veicoli alimentati a gas metano, GPL, ibrido o plug-in avranno diritto alla sosta gratuita di 30 minuti, che, dal 1 settembre 2024, sarà fruibile solo ed esclusivamente con l’app Tap&Park.
  • Strutture Ricettive. Gli ospiti delle piccole strutture ricettive, quali i B&B, con sede in ZTL, avranno permessi specifici per eseguire le operazioni di carico e scarico bagagli, ma non potranno sostare in ZTL.
  • Nuove possibilità di transito. Sarà possibile transitare in via Zarotto nel tratto via Sidoli – via Casa Bianca che, dalle 19.30 alle 7.30 non sarà più riservato agli autobus. 

“Questo nuovo regolamento introduce modifiche attese da tempo, normando la sosta in un nuovo equilibrio tra le diverse esigenze dei cittadini, con attenzione all’ambiente e cogliendo allo stesso tempo le esigenze di residenti ed imprenditori.” commenta Gianluca Borghi, Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità “Parma ha uno dei più alti tassi di motorizzazione in Italia, che vede 629 auto ogni 1000 abitanti. I dati evidenziano che le immatricolazioni sono cresciute di oltre 10 mila unità in soli sette anni, e che i mezzi rimangono in media fermi in sosta per più del 90% della giornata. Per questo risultava necessaria una regolamentazione che fosse funzionale alla tutela delle diverse esigenze di tutti i cittadini, al fine di tutelare e valorizzare lo spazio pubblico della nostra città.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità: modifiche al Piano Sosta per la città

ParmaToday è in caricamento