montagna 2000 spa a fianco della centrale operativa 118 per migliorare la sicurezza dei propri utenti e dei cittadini dei territori serviti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Montagna 2000 partecipa al progetto DAE118ER, il sistema sviluppato dal 118 con l'obiettivo di contribuire a ridurre i tempi di intervento sui casi di arresto cardiorespiratorio presunto che si verificano sul territorio della Regione Emilia Romagna. Montagna 2000 Spa è tra le prime società di servizi in Regione Emilia Romagna che si sono attivate prendendo parte ad un’iniziativa di grande valore e di utilità sociale. La società, che gestisce il servizio idrico integrato nelle valli del Taro e del Ceno, ha infatti equipaggiato le sedi di Borgo Val di Taro e di Fornovo di Taro nonché le autovetture da poco acquistate con defibrillatori semi automatici e ha predisposto per i propri operatori un corso di primo soccorso per imparare a utilizzare gli apparecchi sanitari. Aderendo al progetto DAE118ER, i tecnici di Montagna 2000, opportunamente avvisati dagli operatori del 118, saranno nelle condizioni di raggiungere le vittime di arresto cardiaco e praticare le manovre di primo soccorso necessarie. Ogni anno, in Italia, oltre 50.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. Intervenendo rapidamente con la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione molte di esse potrebbero essere salvate. In Emilia Romagna viene salvato il 33% delle persone defibrillate entro 8 minuti e il 65% di quelle defibrillate entro 5 minuti (fonte: 118). Ad oggi sono oltre 5.000 i defibrillatori in Emilia Romagna. Montagna 2000, aderendo al progetto DAE118ER, allaccia un legame ancora più stretto con la propria comunità. Come funziona il Progetto DAE118ER? Il progetto prevede la realizzazione di un sistema composto da più fattori in cui, grazie ad un registro regionale dei defibrillatori, gli operatori del 118 sono in grado di contattare tramite apposita APP coloro che si rendono disponibili ad utilizzare un dispositivo DAE portatile al fine di intervenire tempestivamente prima dell’arrivo dell’ambulanza. L'App DAE RespondER è stata sviluppata dal Sistema 118 con l'obiettivo di contribuire a ridurre i tempi di intervento sui CODICI BLU, ovvero sui casi di Arresto Cardio Respiratorio (ACR) presunto, che si verificano sul territorio della Regione Emilia Romagna. Si tratta di uno strumento informatico completamente integrato con le Centrali Operative 118 della Regione, che permette di allertare rapidamente i DAE Responder e gestire la mappatura regionale dei DAE sul territorio. Come vengono allertati gli operatori di Montagna 2000? Grazie all’APP le autovetture dotate di defibrillatore portatile di Montagna 2000 trasmettono la loro posizione georeferenziata continuamente. Nello specifico in caso di richiesta urgente di intervento, i tecnici di Montagna 2000 già operativi sul territorio, in qualità di DAE Responder, possono intervenire velocemente e prestare assistenza nel minor tempo possibile. Le vetture dotate di defibrillatore semiautomatico sono contraddistinte da un cartello verde con un cuore e una croce bianchi e la scritta DAE. Come potrebbe essere sviluppato il progetto? Oltre alla scelta strategica, per Montagna 2000 Spa, di equipaggiare con il DAE tutti gli automezzi che verranno acquistati in sostituzione della flotta obsoleta sono allo studio forme di collaborazione per donare i DAE nelle scuole e/o nelle comunità dove mancano ed estendere la rete dei presidi in grado di salvare una vita umana grazie al sistema DAErepondER. Riteniamo che per il territorio servito da Montagna 2000 Spa l’implementazione di una rete di strumenti di primo soccorso facilmente accessibili possa rappresentare, vista la vastità territoriale e la scarsa densità abitativa un elemento di maggiore sicurezza sociale.

Torna su
ParmaToday è in caricamento