Montanara: ecco il gruppo WhatsApp per stimolare la socialità in quartiere

Una cinquantina di persone hanno aderito al progetto nato durante il lockdown

Un modo per sviluppare socialità all'interno del quartiere Montanara, per creare relazioni di vicinato e per rimanere in contatto, durante e dopo il lockdown. 

Poco dopo l'inizio del blocco uno dei referenti del gruppo di controllo di vicinato del Montanara, a seguito delle numerose richieste di supporto di varia natura, ha deciso infatti di aprire un gruppetto Whatsapp per dare supporto alle persone che si trovavano a casa da sole. Dopo aver pubblicato sulla pagina Facebook un invito aperto le prime persone hanno iniziato ad iscriversi. Nel corso del tempo altre si sono aggiunte. 

Dozzine di buongiorno, buonasera e buonanotte, ma anche tantissima umanità: la mamma che insegna a fare l'oleolito, il negozio di vicinato che se non ti vede per qualche tempo ti chiama a casa per sapere come stai, il villeggiante che manda la foto delle vacanze, l'esperto di carni che suggerisce un negozio di carne, visto che l'unico del quartiere Montanara ha chiuso.

Il 22 agosto i componenti del gruppo decidono di incontrarsi nel circolo locale del Cinghio per una cena in amicizia.  Non si erano mai visti prima ma iniziano a conoscersi anche dal vivo: da quella sera sono nate anche alcune relazioni di amicizia.

Fare vicinato è anche questo, essere vicini l'uno all'altro, e il Montanara è famoso per la solidarietà che da sempre lo contraddistingue. Speriamo che questo esempio sia utile perchè altri riscoprano il vicinato e la solidarietà, così come hanno fatto loro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento