rotate-mobile
Attualità

Musei Etnografici: operatori da tutta Italia al Museo Cinese di Parma

Chiara Allegri "Riunire i professionisti per iniziare a costituire la rete Mipam che si dedicherà ai musei che detengono patrimoni dal mondo"

Il Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma ha ospitato il “Secondo incontro dei Musei Etnografici”.

Direttori e direttrici, curatori e archivisti provenienti da tutte le istituzioni museali italiane dedicate all’etnografia e antropologia si sono confrontati per fare il punto sulle più impellenti questioni legate al mondo museologico e museografico a seguito del primo incontro organizzato dal Mudec – Museo delle Culture di Milano lo scorso novembre.

“L’idea – ha puntualizzato Chiara Allegri, direttrice del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico - è stata quella di riunire questi professionisti per iniziare a costituire la rete Mipam che si dedicherà ai musei che detengono patrimoni dal mondo. Il pomeriggio è stato dedicato a quattro workshop differenti incentrati su quattro temi disciplinari e interdisciplinari che contraddistinguono il lavoro quotidiano e le grandi sfide dei musei etnografici italiani”.

I quattro tavoli di lavoro hanno sviscerato le seguenti tematiche: “Etica del Collezionare”, “Musei e comunità”, “Pratiche della conservazione”, “Formalizzazione di rete e istanze nazionali” nel prezioso contesto del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico, che vanta opere di prestigio internazionale.

Carolina Orsini, curatrice del Mudec, ha poi affermato: “nel 2023 il Museo delle Culture di Milano si è fatto promotore della prima rete italiana dei musei etnografici con patrimonio non europeo. Lo scopo è affrontare assieme tutta una serie di problemi e di sfide che i musei etnografici con patrimonio non europeo oggi presentano, tra i quali l’etica del collezionare e la gestione dei patrimoni che vengono dalle dominazioni coloniali. Ma anche di  mostrare e valorizzare questi oggetti a livello nazionale, che sono realtà molto conosciute internazionalmente ma pochissimo al pubblico italiano”.

Il museo cittadino di Viale San Martino, organizzatore della giornata insieme al Mudec, ha accolto anche esponenti del Museo Popoli e Culture del Centro Pime di Milano, del Museo delle Civiltà MuCiv di Roma, del Museo d’Arte Orientale “E. Chiossone” di Genova, del Museo Stibbert di Firenze, dei Musei Civici di Reggio Emilia, il MIC - Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza insieme a molti altri musei statali, comunali, universitari, missionari e privati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei Etnografici: operatori da tutta Italia al Museo Cinese di Parma

ParmaToday è in caricamento