Attualità

No al riconoscimento per i figli di due coppie gay, Ottavo Colore: "Profondo senso di ingiustizia"

L'associazione Lgbtia dopo la decisione del Comune di Fidenza e della Procura di Parma

Dopo il caso del rifiuto del riconoscimento dei figli per due coppie omogenitoriali di Fidenza l'associazione Lgbtia di Parma L'Ottavo Colore esprime la delusione per la decisione presa dal Comune di Fidenza e dalla Procura di Parma, che si è opposta al ricorso. 

"E' con grande rammarico che l'associazione L'Ottavo Colore viene a conoscenza di un fatto avvenuto nella Provincia di Parma a scapito di due Famiglie residenti nel nostro territorio. Negli scorsi mesi due coppie di famiglie omogenitoriarli hanno fatto richiesta presso il Comune di Fidenza di riconoscere e tutelare la loro identità familiare. Le coppie, ciscuna formata da due mamme ed un figlio, richiedevano il riconoscimento della mamma non biologica come figura legalmente responsabile del/della minore.

Purtroppo entrambe le coppie si sono viste rifiutare la richiesta di riconoscimento, andando incontro all'inevitabile destino di molte famiglie omogenitoriali italiane. In seguito al diniego del Comune, una delle coppie ha proceduto per vie legali presentando formale richiesta presso la Procura di Parma. Il giorno 5 Aprile la stessa si è opposta al riconoscimento del figlio evidenziando che esso "non sarebbe previsto" dal nostro ordinamento giuridico, per cui - allo stato dell'attuale legislazione - il riconoscimento del figlio di una donna, da parte di una persona dello stesso sesso sarebbe vietata".

E' inevitabile il profondo senso di ingiustizia nel constatare come, in uno stato non curante dei diritti e del benessere di tuttii minori, anche le autorità locali non supportino la protezione di tutte le realtà familiari residenti nel loro territorio. Tutto questo a fronte di un'amministrazione comunale come quella del Comune di Parma che più volte ha dato dimostrazione di apertura e senso civico riconoscendo diverse realtà familiari. L'associazione delL'Ottavo Colore è già in contatto con le famiglie cercando di trovare insieme a loro le migliori strategie per dimostrare la contrarietà della comunità LGBTI+ parmigiana a quanto avvenuto nel Comue di Fidenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al riconoscimento per i figli di due coppie gay, Ottavo Colore: "Profondo senso di ingiustizia"

ParmaToday è in caricamento