Attualità

Nove aule nuove per l’Itis Galilei di San Secondo entro il 2023

Stamattina a Palazzo Giordani firmata la convenzione tra Provincia e Comune per la cessione gratuita dell’area dove sorgerà un nuovo edificio di 3 piani, costo 3,4 milioni di euro

Stamattina  a Palazzo Giordani è stata sottoscritta la convenzione tra Provincia di Parma e Comune di San Secondo per la cessione gratuita di un’area destinata alla realizzazione dell'ampliamento dell'Istituto ITIS Galilei di San Secondo. Sull’area sorgerà un edificio a tre piani, che ospiterà 9 aule (3 per piano) più servizi igienici per ogni piano e scala di sicurezza esterna, costo 3,4 milioni di euro. L’intera operazione, che comprenderà progetto definitivo, progetto esecutivo, aggiudicazione lavori,  esecuzione e  collaudo, richiederà 32 mesi, fino al dicembre 2023.

L’Istituto Galilei, che fa parte col Bocchialini di Parma del “Polo Scolastico dell’Agro-Industria”, rappresenta un punto di riferimento della formazione scolastica orientata all’agroalimentare e dei servizi per le attività produttive ed è anche Istituto di riferimento per la Fondazione ITS (Istituto Tecnico Superiore), promotrice di azioni di formazione post-diploma nel settore agroalimentare. I suoi iscritti sono in progressivo aumento negli ultimi 3 anni e per il suo ambito territoriale di riferimento si prevede che la popolazione di età 14-18 aumenterà almeno fino al 2030 e già nel 2026 si avrà un + 5% rispetto al 2020 (dati dell’Ufficio Statistica provinciale).
La qualificata offerta formativa dell’Istituto si allinea con la richiesta di profili professionali e di competenze richieste dai settori dell’Agrifood e dell’Innovazione nei servizi, che in Emilia – Romagna rappresentano più di un quarto dell’occupazione complessiva nella regione, nettamente il più elevato di tutti i macro settori economici.

 “Con questa operazione intendiamo dare una prospettiva di stabilità a una realtà scolastica in crisi per nota carenza di spazi da diversi anni – spiega il presidente della Provincia Diego Rossi - Voglio sottolineare la positiva collaborazione con le amministrazioni del territorio, il Comune di San Secondo in primis, che si è messo in campo come esponente di quest’area cedendo la proprietà di aree e condividendo il destino di ulteriori spazi pubblici posti in prossimità dell’istituto. Ha ceduto alla Provincia circa 1900 mq e ha convenuto di classificare dal punto di vista urbanistico per “servizi scolastici” un’area contigua di altri 5 mila mq, creando le condizioni di un progetto che guarda al lungo periodo, preservando prospettive di ulteriore crescita del polo scolastico.”

“Si tratta di un intervento orientato al policentrismo del sistema scolastico provinciale – afferma il Delegato provinciale alla Scuola Aldo Spina - Questo investimento interviene in un momento in cui si vedono i frutti dell’importante lavoro di qualificazione dell’offerta didattica svolto in questi anni:  l’istituto ha fatto crescere varietà e qualità dell’offerta e c’è stata la risposta da parte degli studenti. Una comunità scolastica vivace, che cresce.”

Grande soddisfazione per l’intervento hanno espresso il Sindaco di San Secondo Antonio Dodi, che ha firmato la convenzione, il Vice sindaco e assessore alla Scuola Ketty Pellegrini, l’Assessore all’Urbanistica Claudia Dall’Aglio, e gli esponenti degli altri Comuni del territorio:  Alessandro Gattara Sindaco di Roccabianca e il Delegato alle Politiche giovanili del Comune di Colorno Iacopo Rosa.

“Una giornata straordinaria per la scuola” l’ha definita il dott. Giacomo Corradi dell’Ufficio di Presidenza dell’Itis Galilei, che era presente con la prof. Marilena Bersellini, accompagnati dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Maurizio Bocedi.

Dopo la sottoscrizione è stato illustrato il progetto preliminare dell'ampliamento dell'istituto Galilei dal progettista arch. Giovanni Saccani, con la responsabile ing. Paola Cassinelli e l’arch. Cristina Muzzi dell’Ufficio Edilizia Scolastica della Provincia e il dirigente del Servizio provinciale Patrimonio dott. Andrea Ruffini ha illustrato l’iter che ha portato alla convenzione e alla relativa Variante urbanistica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove aule nuove per l’Itis Galilei di San Secondo entro il 2023

ParmaToday è in caricamento