Nuova organizzazione per l’Azienda Ospedaliero-Universitaria che ottimizza assistenza, didattica e ricerca

Presentati tre nuovi direttori di dipartimento ad attività integrata Università-Ospedale e i direttori di Unità Operativa Complessa di nomina nell’ultimo biennio che completano l’intera squadra

Con l’istituzione di tre nuovi Dipartimenti ad Attività Integrata Ospedale-Università, il Dipartimento Chirurgico Generale e specialistico, il Cardio Toracico-Vascolare e il Testa-Collo, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria registra un cambiamento organizzativo volto a dare impulso al ruolo di promotore delle funzioni di assistenza, didattica e ricerca, a favore di prestazioni e servizi centrati sul bisogno della persona. Alla guida dei tre dipartimenti sono nominati, rispettivamente, Paolo del Rio, Michele Rusca e Enrico Sesenna, incaricati d’intesa tra il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Massimo Fabi e il Rettore dell’Ateneo Paolo Andrei. La riorganizzazione conferma il ruolo del Maggiore come ospedale di eccellenza e perfeziona un sistema sempre più centrato sul bisogno dell’utenza di Parma e provincia, oltre che della regione Emilia-Romagna e del territorio nazionale, per le funzioni di elevata complessità.

L’intero assetto organizzativo, condiviso dall’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, allargato alle Confederazioni sindacali, si articola su sette dipartimenti assistenziali, oltre al dipartimento provinciale interaziendale Ospedale-Usl di Emergenza-Urgenza alla guida di Sandra Rossi, direttore della 1° Anestesia e Rianimazione.

I nuovi dipartimenti si affiancano agli esistenti, di cui sono confermati i direttori: Medicina generale e specialistica a Francesco Leonardi, Medico-Geriatrico-Riabilitativo a Tiziana Meschi, Dipartimento Materno-infantile a Gian Luigi de’ Angelis e Dipartimento Diagnostico a Girolamo Crisi. Il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Massimo Fabi, con il Rettore dell’Università Paolo Andrei colgono l’occasione per presentare anche i direttori di struttura complessa, di nomina nell’ultimo biennio. Nel Dipartimento DAI Chirurgico generale e specialistico, Paolo Del Rio a Clinica chirurgia generale e Elena Giovanni Bignami alla  2° Anestesia e rianimazione. Nel Dipartimento DAI Medicina generale e specialistica, Enrico Fiaccadori a  Nefrologia. Nel Dipartimento DAI Testa-Collo, Enrico Pasanisi a Otorinolaringoiatria e Otoneurochirurgia. Nel Dipartimento DAI Medico Geriatrico Riabilitativo, Marcello Maggio a Clinica geriatrica. All’interno del Dipartimento DAI Materno-Infantile, Patrizia  Bertolini a Pediatria e Oncoematologia, Icilio Dodi a Pediatria generale e d’Urgenza,  Emilio Casolari a Chirurgia pediatrica, Serafina Perrone a  Neonatologia; nomine con cui si completa il disegno organizzativo dell’Ospedale dei bambini, che offre strutture di elevata complessità con eccellenze nell’area internistica, chirurgica e di emergenza, riferimento provinciale e regionale all’interno della rete hub and spoke, in stretto raccordo con i servizi della rete territoriale. Da ultimo, nel Dipartimento DAI Diagnostico, Nicola Sverzellati a Scienze radiologiche e Massimo De’ Filippo a Radiologia.

“Presentiamo ai cittadini il nuovo assetto organizzativo, frutto di un lavoro di condivisione tra Aziende sanitarie e Università – illustra il direttore generale del Maggiore, Massimo Fabi– che rafforza il ruolo dei professionisti dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria all’interno della rete del sistema di cura regionale”.

“La riorganizzazione va nella direzione di un’attenzione ancor più capillare ai bisogni della persona, in un’ottica di piena integrazione tra assistenza, didattica e ricerca – spiega il Rettore dell’Università, Paolo Andrei – pienamente in linea con il ruolo e i compiti dell’Ateneo”. Il direttore sanitario del Maggiore, Ettore Brianti, sottolinea che “il nascente assetto organizzativo dipartimentale e l’inserimento di nuovi e importanti professionisti nelle équipe esistenti imprimeranno un rinnovato impulso di crescita organizzativa e clinico-assistenziale all’Azienda, oltre che sviluppo alla ricerca scientifica”.  “Un traguardo raggiunto che ci spinge sempre a nuove sfide è quello del dipartimento interaziendale Emergenza-Urgenza – sottolinea Elena Saccenti, direttore generale dell’Azienda Usl di Parma – nato dall’impegno di tutti i professionisti, che rinnova e migliora le prestazioni per gli assistiti, facendo leva sulla integrazione delle competenze cliniche e organizzative”.

La struttura organizzativa
Dipartimento DAI Chirurgico generale e specialistico, direttore Paolo Del Rio

Articolazione organizzativa che ha sviluppato le maggiori innovazioni in ambito organizzativo e ha saputo consolidare riorganizzazioni basate sulla condivisione e programmazione di risorse umane, tecnologiche, logistiche, oltre ché su nuovi setting assistenziali, questo dipartimento raffigura un assetto centrato sul paziente, con ampi modelli organizzativi basati sulle patologie specifiche. 

Dipartimento DAI Cardio-Toracico-Vascolare, direttore Michele Rusca

Appropriatezza e efficienza nell’assistenza, cure centrate sul paziente, ampia disponibilità di elevate tecnologie, conoscenze specialistiche avanzate, condivisione multidisciplinare delle scelte cliniche: questi i criteri che spingono la creazione del dipartimento, oltre all’impulso verso il confronto tra specialisti per la condivisione delle problematiche cliniche e organizzative. 

Dipartimento DAI Testa-Collo, direttore Enrico Sesenna

Guida l’organizzazione di questo dipartimento il criterio di aggregazione per apparato e organo – Head and neck – con attività specialistiche complesse ad elevata precisione, tecniche microchirurgiche e ricostruttive che necessitano di un approccio integrato alla patologia: essa permetterà anche un ulteriore sviluppo del governo clinico dei percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali nell’ambito della chirurgia programmata e di urgenza. 

Dipartimento interaziendale provinciale Emergenza-Urgenza, direttore Sandra Rossi

Istituito nel gennaio 2018, promuove l’integrazione delle due Aziende sanitarie in un’ottica di rimodulazione e potenziamento dell’offerta assistenziale e specializzazione della rete del soccorso.

Dipartimento DAI Medicina generale e specialistica, direttore Francesco Leonardi

Questo dipartimento non subisce specifiche modifiche oltre allo spostamento delle unità operative di disciplina pneumologica nel dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare

Dipartimento DAI Medico Geriatrico Riabilitativo, direttore Tiziana Meschi

Importante dal punto di vista strategico per l’avanzamento dell’età media della popolazione e per l’incremento delle patologie croniche, a questo dipartimento è assegnato lo sviluppo dell’integrazione tra Ospedale e Territorio per garantire una presa in carico il più possibile personalizzata del paziente anziano e fragile, cure continuative e setting appropriato.

Dipartimento DAI Materno-Infantile, direttore Gianluigi de’ Angelis

Il consolidato assetto organizzativo del Dipartimento innova l’approccio all’utenza grazie al principio di progressività delle cure e di appropriatezza del setting assistenziale, che permetterà di rendere più efficienti tutte le attività – compresa quella chirurgica pediatrica – in una logica di reti cliniche integrate, a partire dalla gravidanza della donna e dal parto, per arrivare all’accompagnamento nel percorso di salute e di prevenzione a favore del bambino sano e del bambino cronico.

Dipartimento DAI Diagnostico, direttore Girolamo Crisi

Non subisce variazioni organizzative in questa fase il dipartimento Diagnostico, mentre gli è affidato l’importante progetto interaziendale di integrazione tra i laboratori e le diagnostiche radiologiche dei vari ospedali provinciali.

Dipartimento farmaceutico interaziendale per la provincia di Parma, direttore Anna Maria Gazzola

Il Dipartimento farmaceutico interaziendale per la provincia di Parma costituisce l’importante riferimento per la garanzia di appropriatezza e efficienza nell’assegnazione e distribuzione di presidi e farmaci sulla complessa rete territoriale  con i suoi tre ospedali, le Case della salute e i servizi dei medici di medicina generale e dei pediatri. Al dipartimento sono assegnati il governo clinico e la valorizzazione del corretto uso dei farmaci chemioterapici antiblastici UMACA a livello provinciale, oltre che dei farmaci biologici, sempre più innovativi per le gravi patologie, come quelle oncologiche e reumatologiche.

La nuova organizzazione delle strutture per dipartimento
I direttori di dipartimento
Paolo del Rio, direttore del Dipartimento DAI Chirurgico generale e specialistico

Docente in Chirurgia generale all’Ateneo di Parma, è membro della Commissione regionale per lo sviluppo del modello organizzativo negli ospedali dell’Intensità di cura (2010-2013), segretario della Società Italiana dei Chirurghi universitari (2008-2013), segretario della Società italiana di endocrino- chirurgia (2019-2021),  è direttore della Clinica chirurgica generale dal maggio 2019. Fa parte del board di numerose riviste scientifiche nazionali ed internazionali.

Michele Rusca, direttore del Dipartimento DAI Cardio-Toracico-Vascolare

Ordinario di Chirurgia toracica e direttore della scuola di specializzazione in Chirurgia toracica dell’Università di Parma, guida la Chirurgia toracica dal 2003 e il dipartimento Chirurgico dal 2007. La sua attività di ricerca è concentrata sulla chirurgia toracica e oncologica, i tumori polmonari e del mediastino, le metastasi ai polmoni e la chirurgia videoassistita.

Enrico Sesenna, direttore del Dipartimento DAI Testa-Collo

Professore ordinario di Chirurgia maxillo-facciale dal 1990, dirige la Scuola di specializzazione omonima dal 1993. Già Presidente della Società italiana di Chirurgia maxillo-facciale nel 2005, è attualmente Presidente del Collegio dei docenti della materia. Nel corso della sua carriera si è in special modo dedicato alla chirurgia delle malformazione cranio-maxillo-facciali ed al trattamento dei tumori del distretto testa-collo. Ha 165 pubblicazioni indicizzate e 4 libri editi a stampa.

Sandra Rossi, direttore del Dipartimento interaziendale provinciale Emergenza-Urgenza

Research fellow presso la neurochirurgia al Medical college of Virginia (USA), lavora, all’Ospedale Maggiore Policlinico Irccs di Milano (svolgendo attività nella Terapia intensiva di neuroscienze e in neurochirurgia), poi all’Ospedale San Bortolo di Vicenza e all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Padova, centro di riferimento per le insufficienze respiratorie acute. Dal 2017 è direttore della 1° Anestesia e rianimazione. Professore a contratto, tutor di numerosi specializzandi, firma oltre 100 pubblicazioni e diversi progetti di ricerca come principal investigator.

Francesco Leonardi, direttore del Dipartimento Medicina Generale e specialistica

Specialista in oncologia, ha conseguito master in management in sanità di primo e secondo livello alla Bocconi; direttore della Oncologia medica dal 2017, direttore ff di Ematologia e CTMO dal 2018, è professore a contratto per la Scuola di specializzazione in Geriatria e in Oncologia da oltre 20 anni. Principal investigator o co-investigator in numerosi protocolli di ricerca clinica nazionali e internazionali e referente per alcuni progetti del  CNR, pubblica su riviste scientifiche nazionali e internazionali.

Tiziana Meschi, direttore del Dipartimento DAI Medico Geriatrico Riabilitativo

Professore associato in medicina interna dal 2014, ha ricoperto incarichi assistenziali di case manager, case manager esperto, incarico di alta specializzazione e responsabile di struttura semplice di continuità assistenziale. Dal 2014 dirige la struttura complessa di Medicina interna e lungodegenza critica e, dall’aprile 2014, il Dipartimento medico Geriatrico Riabilitativo. L’attività scientifica è rivolta in prevalenza a ricerche nell’ambito della nefrolitiasi, nutrizione clinica, polipatologie dell’anziano fragile e governo clinico.

Gian Luigi de’ Angelis, direttore del  Dipartimento DAI Materno-Infantile

Dal 2009 è direttore di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva e dal 2012 del Dipartimento Materno-Infantile. L’attività di insegnamento riguarda i Corsi di Laurea di Medicina e Chirurgia, Infermieristica, Odontoiatria e le Scuole di specializzazione di Pediatria, Malattie dell’Apparato Digerente, Medicina d’Urgenza. La produzione scientifica è documentata da oltre 450 pubblicazioni edite a stampa.

Girolamo Crisi, direttore del Dipartimento DAI Diagnostico

Svariati periodi di formazione e studio sulla risonanza magnetica lo hanno portato a specializzarsi all’Università della Pennsylvania, a Philadelphia e Pittsburgh, e all’Università della California, a San Francisco. Dopo il policlinico e l’Usl di Modena, opera al Maggiore dal 2004 dove, oltre alla direzione di Neuroradiologia, assume dapprima la direzione dipartimentale di Neuroscienze e Radiologia e diagnostica  per immagine e, in seguito, del dipartimento Diagnostico (2014).

Anna Maria Gazzola, Dipartimento farmaceutico interaziendale per la provincia di Parma

Dopo periodi di formazione in organizzazione gestionale sanitaria, è direttore di struttura complessa di Farmacia ospedaliera dal 2003 e direttore del dipartimento farmaceutico dell’Azienda Usl di Parma dal 2012. Componente del Comitato etico provinciale per Parma dalla sua istituzione fino allo scioglimento, è membro Commissione del Farmaco di Area vasta Emilia nord dall’istituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento