Attualità

Nuovo Centro Oncologico di Parma, venerdì 19 febbraio la posa della prima pietra

Un’idea che diventa realtà: venerdì 19 febbraio 2021 verrà posata la prima pietra del nuovo Centro oncologico di Parma. Ad accompagnare questo gesto i protagonisti che hanno reso possibile questo primo, importante traguardo: costruire un’unica casa per i pazienti oncologici di Parma. Un totale di 9000 metri quadrati di superficie suddivisa in 5 piani fuori terra per ambulatori, degenza, studi medici e spazi comuni per sale d’attesa e associazioni e un piano interrato dedicato ai locali per gli acceleratori lineari e TAC. Nato dall’esigenza di integrare i percorsi di cura oncologici dell’Ospedale di Parma e dei servizi sul territorio, il progetto diventa concreto, grazie ad un’intera comunità che gli ha dato fiato e gambe, alimentando un sostegno che si è diffuso tra la cittadinanza, le associazioni, le aziende.

L’avvio dei lavori sarà sugellato da un simbolico scavo del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, sul terreno in cui sorgerà il nuovo Centro. Al loro fianco i rappresentanti della Sanità, dell’Università, del volontariato e le autorità civili, politiche, militari e religiose della città e della provincia.

In prima linea il personale medico e infermieristico dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, con Francesco Leonardi, primario dell’Oncologia e direttore del dipartimento di area medica, Marcello Tiseo, responsabile del Day Hospital Oncologico, Antonino Musolino responsabile della Breast Unit, Nunziata D’Abbiero primario della Radioterapia e direttore del dipartimento diagnostico. Con loro le coordinatrici infermieristiche dell’oncologia e della radioterapia, rispettivamente Francesca Chiastra, Donatella Sartori e Federica Canali.

Ma non solo discipline oncologiche. All’avvio dei lavori anche i direttori dei dipartimenti chirurgici, Enrico Sesenna, Paolo Del Rio, Michele Rusca, Materno infantile, Gianluigi de’ Angelis, Geriatrico riabilitativo, Tiziana Meschi, Emergenza urgenza, Sandra Rossi, e i direttori di unità operativa. Perché il nuovo Centro oncologico sarà patrimonio di tutta la collettività ospedaliera. 

I lavori per la realizzazione del Centro oncologico sono stati affidati alla ditta Edificanda srl che è risultata vincitrice sui 14 concorrenti che hanno partecipato al bando di gara per il punteggio ottenuto sulle migliorie progettuali. Tre anni di tempo per ultimare i lavori, un investimento da 14 milioni di euro.

L’importo delle opere è finanziato da Stato, Regione Emilia-Romagna, Fondazione Cariparma e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. In particolare 5 milioni sono finanziati dall’ex art. 20 (Programma straordinario di investimenti in sanità ex art. 20 L. 67/88, sottoscritto tra Ministero della Salute, Ministero dell’Economia e Finanze e Regione Emilia Romagna); 3 milioni sono messi a disposizione da Fondazione Cariparma che sostiene il Centro oncologico con ulteriori 2 milioni per le attrezzature; il rimanente è finanziato attraverso un mutuo attivato con Cassa Depositi e Prestiti e un mutuo aziendale. Oltre a donazioni per arredi e innovazioni tecnologiche grazie  della raccolta fondi “insieme con te” .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Centro Oncologico di Parma, venerdì 19 febbraio la posa della prima pietra

ParmaToday è in caricamento