rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità

Operaio travolto e ucciso in A15, Fillea e Cgil: "Nessuna fatalità ma una strage senza fine"

FILLEA e CGIL Parma: la sicurezza sul lavoro vera emergenza nazionale

Tragedia sul lavoro in A15, vicino all'area di servizio di Medesano. Un operaio di 24 anni Angelo Adduocchio è morto investito da un camion sotto gli occhi del padre. La Fillea e la Cgil prendono posizione con un comunicato stampa, stringendosi attorno ai famigliari per il dolore. 

Ancora una tragedia sul lavoro! Assistiamo quotidianamente a una inaccettabile strage senza fine: nella sola giornata di ieri tre incidenti mortali, uno dei quali a Parma dove ha perso la vita un giovane operaio poco più che ventenne. Non si parli di caso o fatalità, ci sono precise responsabilità che vanno accertate, ad ogni livello. Invece di continuare la propaganda elettorale, si metta al primo punto dell'agenda politica di Governo e Parlamento il tema del lavoro, del lavoro sicuro, del lavoro regolare, del lavoro dignitoso, del lavoro ai giovani. Avanzati protocolli di Legalità e Sicurezza si diffondono nel Paese, segno di un aumentata sensibilità, ma se mancano i controlli e la certezza delle sanzioni, restano inapplicati; serve rafforzare il sistema dei controlli attraverso un incremento di organici e mezzi e un forte coordinamento tra tutti gli organismi ispettivi e di polizia. In queste ore il sindacato delle costruzioni sta organizzando iniziative per sollecitare la massima attenzione sul tema, se necessario anche con la mobilitazione. La FILLEA e la CGIL provinciali, in questo giorno di dolore, si stringono al fianco della famiglia e gli amici del ragazzo tragicamente scomparso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio travolto e ucciso in A15, Fillea e Cgil: "Nessuna fatalità ma una strage senza fine"

ParmaToday è in caricamento