Attualità

Ospedale di Parma: Snupi e Famiglie del Pellegrino donano 100 schermi protettivi

Con il supporto della ditta Tecnisol, “Volevamo dare un aiuto concreto ai professionisti che si stanno spendendo anche in questa fase dell’emergenza”

Snupi, unitamente all’associazione Famiglie del Pellegrino di Costamezzana e alla ditta Rei Tecnisol, ha donato 100 schermi protettivi alla Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva del Maggiore. Gli schermi, prodotti dalla LIVITH spa di Empoli, saranno in dotazione per tutti gli operatori sanitari del reparto. 

Il desiderio delle Associazioni e dell’azienda Rei Tecnisol di Parma e è quello “dare un contributo fattivo nella fase 3 dell’emergenza Covid”, che stiamo vivendo attualmente. Gli schermi protettivi (reg UE 2016/425 DPI – UNI EN 166 – 2004) conformi alle direttive europee personalizzate con il simpatico simbolo dell’associazione per rendere più gradevole un elemento che è entrato a far parte delle nostre abitudini quotidiane. 

Tali dispositivi sono particolarmente importanti per gli operatori che hanno spesso a che fare con pazienti in emergenza, dove l’uso delle visiere protettive è obbligatorio, anche perché tecnicamente lascia la giusta visuale agli operatori. Ad indossare la mascherina a scopi dimostrativi la coordinatrice infermieristica della Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva Cristina Menozzi.

Snupi ha coordinato l’iniziativa, voluta delle Famiglie del Pellegrino odv con il suo presidente Marcello Amadei e dall’Azienda Rei Tecnisol. L’associazione Famiglie del Pellegrino già da tempo ha una collaborazione con Snupi, specie per l’accoglienza di pazienti che arrivano da altre regioni; l’azienda Rei Tecnisol inoltre da anni sostiene l’attività di volontariato con contributi sia umani che economici. Alla donazione erano presenti inoltre Alberto Del Porto, per l’associazione di Costamezzana, e Rocco Canetti volontario per Snupi. 

“Oggi siamo qui - conclude il Presidente di Snupi Ovd Giulio Orsini, - per ringraziare tutti coloro che, anche tramite la nostra associazione, hanno sostenuto e difeso i professionisti che tanto si spendono, nell’emergenza come ogni giorno, per la cura dei pazienti”.

Al ringraziamento di Orsini si sono aggiunti il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Massimo Fabi e il direttore della UOC Gianluigi de’ Angelis, che hanno sottolineato ulteriormente la fondamentale importanza delle associazioni di volontariato e di SNUPI in particolare in questa circostanza, nel supportare l’attività assistenziale dalla Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma.

L'associazione SNUPI (Sostegno Nuove Patologie Intestinali), nata a sostegno della Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva diretta dal prof. Gianluigi de' Angelis e che da anni è al fianco di pazienti affetti da patologie intestinali con progetti a favore della ricerca o con l’acquisto di apparecchiature per il reparto restando sempre attenta alle necessità.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Parma: Snupi e Famiglie del Pellegrino donano 100 schermi protettivi

ParmaToday è in caricamento