Attualità

Palestra multata per le norme anticovid: il Prefetto annulla la sanzione dei Nas

Il Pareti Sport Center non dovrà pagare la sanzione di 400 euro: le norme della Federazione Italiana Arrampicata Sportiva prevalgono su quelle della Regione Emilia-Romagna

Il Pareti Sport Center di Parma, la prima sala d’arrampicata di dimensioni europee costruita in Italia - affiliata alla Federazione Italiana Arrampicata Sportiva - ha vinto il ricorso che ha presentato al Prefetto di Parma contro la sanzione di 400 euro comminata dai carabinieri dei Nas il 23 ottobre del 2020 per il mancato rispetto dei protocolli anticovid della Regione Emilia Romagna per la sicurezza di palestre e piscine.

Il Prefetto ha infatti disposto l'archiviazione del verbale di accertamento sanzionatorio: quel giorno era stata addebitata alla palestra la mancata sanificazione dei materassi sportivi. Oltre alla multa di 400 euro la palestra era stata costretta a chiudere per tre giorni. 

Nella fattispecie veniva addebitata alla palestra la mancata sanificazione dei materassi sportivi comminando per l'effetto la sanzione di Euro 400 e 3 giorni di chiusura dell'attività sportiva.

Il Prefetto di Parma ha così disposto l'archiviazione del verbale di accertamento sanzionatorio nei confronti della palestra accogliendo la Tesi difensiva secondo cui la ASD ha rispettato le rigorose linee guida adottate dalla Federazione Italiana Arrampicata Sportiva con delibera del 26 Maggio 2020 le quali non prevedono la sanificazione continua dei materrassi sportivi.

Le linee guida della FASI adottate secondo i criteri dell'ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri prevalgono, per la gerarchia delle fonti, sui protocolli della Regione Emilia Romagna. 

"Considerato che dall’istruttoria emergono elementi giustificativi per l’accoglimento dello stesso - si legge nelle motivazioni - e per la conseguente improcedibilità dell’accertamento sanzionatorio, poiché: -il ricorrente eccepisce di aver rispettato le linee-guida emanate dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, fatte proprie dal protocollo federale della FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana) con delibera del 26 maggio 2020, le quali non prevedono la sanificazione continua dei materassi sportivi; -alle succitate linee-guida, in quanto provenienti da un Ufficio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, non possono essere applicate misure regionali ulteriormente restrittive"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestra multata per le norme anticovid: il Prefetto annulla la sanzione dei Nas

ParmaToday è in caricamento