Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità

Parma, diminuiscono le rapine in banca

Zero nel 2023, una nel 2022. In Regione, reato in calo del 27,3%

Nel 2023 sono diminuite le rapine in banca in Emilia-Romagna, con "otto colpi contro gli 11 del 2022 e un calo del 27,3%". Questa la fotografia scattata da Ossif, il Centro di ricerca Abi (Associazione bancaria italiana) in materia di sicurezza, da cui "risulta anche un calo del fenomeno a livello nazionale", dato che "le rapine allo sportello sono passate dalle 124 del 2022 alle 80 del 2023 (-35,5%)". Dall'indagine Ossif, presentata oggi al convegno 'Banche e sicurezza', emerge che in cinque province emiliano-romagnole si è registrato un calo delle rapine: Bologna (da tre a due), Ferrara (da due a una), Parma, Ravenna e Rimini (in queste tre province, nel 2023, non ci sono state rapine, mentre nel 2022 c'era stata una rapina per provincia).

A Piacenza e Forlì-Cesena si conferma lo 'zero' del 2022, mentre a Modena e Reggio Emilia si registra un aumento: a Modena, infatti, nel 2023 ci sono state tre rapine, contro le due dell'anno precedente, e a Reggio Emilia si è passati da una a due rapine

Il quadro nazionale

Sono diminuite del 35,5% le rapine in banca in un anno, passate dalle 124 del 2022 alle 80 del 2023. In calo anche l'indice di rischio, cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli, che è passato da 0,6 a 0,4. Tra il 2013 al 2023, le rapine allo sportello sono diminuite del 93,6%, passando dalle 1.246 del 2013 alle 80 del 2023.

Sono questi i principali risultati dell'indagine condotta da Ossif che sono stati presentati oggi nel corso del convegno Banche e Sicurezza 2024, la due giorni di lavoro sui temi chiave della sicurezza in banca. Nel 2023, nessun colpo in banca nelle Marche (da 5 nel 2022), Molise (da 1), Sardegna e Trentino-Alto Adige (da 3). Le rapine sono diminuite anche in: Abruzzo (-50%, da 2 a 1), Calabria (-50%, da 2 a 1), Emilia Romagna (-27,3%, da 11 a 8), Lazio (-22,2%, da 9 a 7), Liguria (-50%, da 2 a 1), Lombardia (-40,6%, da 32 a 19), Piemonte (-22,2%, da 9 a 7), Puglia (-83,3%, da 6 a 1), Sicilia (-22,2%, da 18 a 14), Toscana (-50%, da 10 a 5), Veneto (-50%, da 2 a 1). Aumenti si sono invece verificati in Basilicata (con 1 rapina da 0), Campania (con 9 rapine da 8), Friuli-Venezia Giulia (con 1 rapina da 0), Umbria (con 3 rapine da 1) e Valle d'Aosta (con 1 rapina da 0).

Le banche italiane investono ogni anno circa 500 milioni di euro per rendere le proprie filiali ancora più protette e sicure. Adottando misure di protezione sempre più moderne ed efficaci e formando i propri dipendenti anche attraverso un'apposita "guida alla sicurezza per gli operatori di sportello", realizzata da Ossif in collaborazione con il Ministero dell'Interno e le Prefetture. La guida antirapina è un significativo punto di riferimento per chi opera ogni giorno nelle filiali bancarie: una sorta di vademecum su come comportarsi durante le rapine, ma anche indicazioni utili per prevenirle nonché per agevolare il controllo del territorio e l'attività investigativa delle Forze dell'Ordine. Grande merito è da attribuire anche al nuovo protocollo d'intesa tra l'Abi e le Prefetture per la prevenzione della criminalità ai danni delle banche e della clientela. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, diminuiscono le rapine in banca
ParmaToday è in caricamento