Parma E-Lab: attivati sette assegni di ricerca per il “Laboratorio regionale per l’imprenditorialità”

Il Laboratorio, rivolto in primis agli assegnisti beneficiari dei progetti ma aperto a tutti gli interessati, è pensato per favorire la nascita di nuove imprese che trasformino la ricerca in idee imprenditoriali

Sette assegni di ricerca sono stati attivati all’Università di Parma per il progetto di ricerca PARMA E-LAB nell’ambito del nuovo Laboratorio regionale per l’imprenditorialità: questo il risultato ottenuto da parte dei Dipartimenti di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale e di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche e dei Centri interdipartimentali CIPACK e SITEIA.PARMA del Tecnopolo di Parma nel bando dedicato del Programma operativo Fondo Sociale Europeo 2014/2020.

La Regione Emilia-Romagna infatti, con le risorse del Fondo Sociale Europeo, ha investito 780.000 euro per finanziare 30 assegni di ricerca a livello regionale per sostenere processi di creazione di impresa con la finalità di produrre ulteriori opportunità per valorizzare pienamente gli esiti della ricerca e per ampliare la base occupazionale regionale.

Le attività formative di PARMA E-LAB, che avrà la durata di un anno, saranno rivolte in primis agli assegnisti beneficiari dei progetti, ma anche a tutti coloro che possono essere interessati alle tematiche sviluppate nel Laboratorio.

PARMA E-LAB nasce dunque con l’intento di valorizzare la cultura dell’imprenditorialità delle giovani generazioni offrendo loro spazi e servizi che consentano di sviluppare la propria idea di impresa nell’ambito dei seguenti progetti di ricerca dedicati:

Spray4Pack - Materiale innovativo, edibile e biodegradabile derivante da sottoprodotti agroalimentari per l’applicazione nel settore del packaging e degli integratori alimentari, in un’ottica di economia circolare e riduzione degli sprechi (1 assegno – coordinatore prof. Claudio Corradini)

P-TERAN - Design e sintesi di PNA per nuovi approcci TERapeutici basati sul targeting di Acidi Nucleici (1 assegno - coordinatore prof. Roberto Corradini)

SUV.T (Solid Ultra Violet Treatment) - realizzazione di impianti per l’abbattimento microbiologico superficiale di alimenti solidi attraverso irraggiamento UV (2 assegni - coordinatori proff. Erasmo Neviani e Roberto Montanari)

EcoHPP-Pack - Studio e applicazione del trattamento ad alta pressione su innovativi packaging ecosostenibili per garantire sicurezza, qualità e lunga shelf life ai prodotti alimentari (2 assegni - coordinatore prof. Giuseppe Vignali)

BatNet - Network di controllo per sistemi di batterie ioniche innovative (1 assegno - coordinatore prof. Daniele Pontiroli).
Ogni progetto di ricerca vedrà il coinvolgimento di diversi soggetti pubblici e privati del territorio nazionale e internazionale e la creazione di team scientifici che attraversano i diversi ambiti della ricerca, dando così origine al carattere della trasversalità delle competenze e dei saperi che contraddistingue da sempre l’Ateneo di Parma.

Complessivamente il progetto PARMA E-LAB, grazie al supporto della UO Ricerca e Trasferimento tecnologico e in raccordo con gli uffici regionali e di ART-ER,renderà disponibili interventi formativi di rafforzamento delle competenze gestionali e manageriali e opportunità e servizi di accompagnamento in itinere e tutoraggio, nonché azioni di sostegno e accompagnamento al mercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento