rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Attualità

Parma Food Valley abbraccia gli atleti della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico

A Parma sono arrivati una ventina di natatori azzurri, il Presidente della FINP Roberto Valori e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli. A questo momento è seguita una cena di gala al Complesso del San Paolo

Parma, capitale della Food Valley emiliana e Città Creativa UNESCO della Gastronomia, ha accolto con calore gli atleti azzurri della FINP - Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, reduce dai successi conseguiti ai Mondiali di specialità che si sono tenuti a inizio estate in Portogallo, a Madeira. Il nuoto paralimpico rappresenta una delle discipline di punta del movimento degli sport diversamente abili, sia in termini di numero di tesserati, sia per quanto riguarda le medaglie conquistate in ambito internazionale. Soltanto ai Mondiali di Nuoto Paralimpico di Madeira, l’Italia ha conquistato 64 medaglie: 27 ori, 24 argenti e 13 bronzi. Il nostro è risultato così il primo Paese nel medagliere. Proprio per celebrare questo risultato sportivo straordinario, la Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy, in collaborazione con il Comune di Parma, ha voluto ospitare un galà in onore della FINP. La cornice è quella di “Settembre Gastronomico”, la manifestazione che, sotto la regia di Parma Alimentare, fino al prossimo 2 ottobre, celebra l’identità gastronomica di Parma e l’eccellenza delle sue filiere alimentari.

A rappresentare la FINP a Parma sono stati il Presidente Roberto Valori e 19 dei 23 atleti della Nazionale che hanno preso parte ai Mondiali di Madeira. Come ha spiegato il Presidente Valori, «Siamo qui a Parma, splendidamente vestita a festa, per omaggiare la Nazionale Italiana di Nuoto Paralimpico incoronata campione del Mondo a Funchal lo scorso giugno. Mi preme mettere alla luce - seppur il nuoto sia uno sport individuale - che questa non è la vittoria del singolo, ma di tutti quanti noi. Come tutti saprete, i 23 azzurri a Madeira non hanno solo primeggiato nella classifica mondiale, ma si sono imposti anche per numero di medaglie, ben 64, mai così tante prima e mai così belle e preziose. Dopo questo trionfo, è un grande piacere festeggiare e brindare tutti assieme in questa location d’eccezione. Ringrazio il Sindaco di Parma Michele Guerra, la Fondazione Parma UNESCO Creative City of Gastronomy e Parma Quality Restaurants».

A parlare, in rappresentanza degli atleti azzurri è stata la campionessa parmigiana Giulia Ghiretti, che ha facilitato il dialogo tra le Istituzioni parmensi e la FINP. Questo il commento dell’atleta, che proprio a Madeira, tra le altre medaglie, ha conquistato l'oro nella specialità 100 metri rana Sb4? «Sono fiera della mia città che dimostra tanta attenzione e disponibilità in questa giornata non solo a me ma a tutta la nazionale FINP di cui con orgoglio faccio parte. Un grazie immenso a tutti gli chef Parma Quality Restaurants per questa bellissima serata e grazie a tutto il mondo Parma Food Valley, coordinato da Parma Alimentare, che ci sostiene nelle trasferte internazionali. Il cibo è la benzina di noi atleti». A Parma è arrivato anche Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

«Il Gran Galà FINP è un evento che ci dà l'occasione per tributare il giusto omaggio a una delle più vincenti realtà sportive nella storia del nostro Paese. Da diversi anni, ormai, queste atlete e questi atleti, si distinguono come eccellenza internazionale divenendo un punto di riferimento anche per le organizzazioni paralimpiche degli altri Paesi. Questo gruppo ha scritto pagine indelebili di sport azzurro. Tutti noi abbiamo ancora negli occhi e nel cuore, ad esempio, la straordinaria imprese compiuta in occasione della Paralimpiade di Tokyo dove il nuoto azzurro, da solo, ha eguagliato le medaglie vinte a Rio nel 2016 dall'intera spedizione azzurra. L'ultimo Mondiale ha confermato la forza di queste campionesse e di questi campioni. Un risultato fantastico che ci offre una nuova prospettiva in vista di Parigi 2024, ormai alle porte. Con una squadra così il rischio più grande è rendere la vittoria un fatto scontato, prevedibile. Così non sarà, perché ogni successo è figlio della determinazione, dell'impegno e del sacrificio qualità che appartengono a ciascuno di loro. Queste vittorie, inoltre, non sarebbero state mai raggiunte senza il lavoro di uno staff di tecnici di altissimo livello, guidato dal DT Riccardo Vernole, e senza il lavoro del Presidente Roberto Valori e di una Federazione che non ha mai smesso di credere in ogni ragazza e ogni ragazzo mettendo tutti nelle condizioni di potersi esprimere al meglio.

A tutti voi, dunque, un ringraziamento per quanto fatto da parte di tutto movimento paralimpico italiano e per quanto riuscirete a fare nelle sfide che ci attendono», ha dichiarato il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Pancalli. La delegazione della FINP è stata accolta in Piazza Garibaldi, sotto i Portici del Grano, dal Sindaco di Parma Michele Guerra, dall’Assessore allo Sport del Comune di Parma Marco Bosi e dal Presidente della Fondazione Parma UNESCO Creative City of Gastronomy chef Massimo Spigaroli. «È un onore per Parma accogliere gli atleti della Nazionale Italiana di Nuoto Paralimpico, a cui voglio fare i miei personali complimenti per i grandi successi appena ottenuti nel Mondiale in Portogallo, piazzandosi sul tetto del mondo, primi nel medagliere - ha commentato Spigaroli -. Da anni conosco e seguo questa disciplina grazie alla talentuosa Giulia Ghiretti, atleta immensa ed ‘eccellenza locale’ che ha reso la città orgogliosa, grazie ai numerosi titoli conquistati. Come irriducibile amante della cucina del territorio ma soprattutto, in questo caso, come presidente della Fondazione Parma UNESCO Creative City of Gastronomy, tengo a ribadire la fondamentale importanza dell’alimentazione per un atleta. Sono certo che i prodotti genuini e fatti secondo la tradizione siano uno degli elementi imprescindibili per il benessere mentale e fisico. Do il benvenuto quindi agli atleti e al Presidente Federale Roberto Valori: mi auguro che questo sia solo il primo di tanti eventi e collaborazioni che metteremo in campo (e in piscina), perché il sistema Parma sia sempre più forte e aperto allo sport, simbolo di condivisione, sostegno, confronto, convivialità e crescita». Anche Cesare Azzali, Amministratore Unico di Parma Alimentare, ha commentato positivamente l’iniziativa? «Siamo onorati che la FINP abbia scelto la nostra città per celebrare i suoi recenti, straordinari, successi sportivi. Al di là dei risultati, FINP, insieme alle altre federazioni paralimpiche, sta portando avanti una missione importante: offrire condizioni di pari opportunità. Nello sport, l’integrazione delle persone diversamente abili ha raggiunto uno stadio più avanzato rispetto al resto della società. Parma e il sistema agroalimentare parmense, che sono qui a rappresentare, sono un sistema fatto di persone e una risorsa per il territorio: spronati dalla nostra Giulia Ghiretti, abbiamo sempre sostenuto gli atleti paralimpici. Non solo come tifosi, ma anche con azioni concrete: in particolare, abbiamo messo a loro disposizione le eccellenze della Parma Food Valley, perfette per il regime alimentare salutare che un atleta deve sposare».

Al Gran Galà della FINP la Regione Emilia-Romagna è stata rappresentata da Gianmaria Manghi, Capo della Segreteria Politica della Presidenza. «È davvero straordinario il risultato sportivo conseguito dagli atleti paralimpici ai Mondiali di nuoto tenutisi a Madeira, in Portogallo, esito del grande lavoro e applicazione che contraddistingue la Federazione e ogni singolo protagonista. La Regione Emilia- Romagna ne sottolinea la rilevanza, a maggior ragione in una terra divenuta Sport Valley a tutti gli effetti, nella quale i valori di cui lo sport è portatore occupano una posizione centrale e sono sostenuti dall'investimento di risorse finanziarie assai significative. In particolare, sono per noi centrali l'accoglienza e l'inclusione che lo sport è in grado di sostanziare. Complimenti davvero a tutti gli atleti, ai tecnici e ai dirigenti».

Sotto i Portici del Grano, sono tanti i cittadini parmigiani che hanno raccolto l’invito a stringersi agli atleti azzurri della FINP. Dopo il brindisi collettivo, la delegazione è stata accolta nel Complesso del San Paolo. Qui si è svolta una cena di gala, con menu firmato dagli chef Parma Quality Restaurants. A parlare in rappresentanza dell’associazione è stato chef Enrico Bergonzi: «Il legame con i ragazzi della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico è nato qualche anno fa in occasione degli Europei di Dublino. La possibilità di seguirli e affiancarli è stata un'esperienza molto importante, che ci ha insegnato davvero tanto. Questi ragazzi ci hanno dimostrato che i limiti non esistono, siamo noi a creare le barriere, perché con impegno e sacrificio possiamo raggiungere qualsiasi risultato, come hanno saputo raccontarci anche quest'anno, nel corso dei Mondiali. Con questa serata Parma vuole quindi dire grazie a Giulia Ghiretti e a tutti gli altri atleti della FINP per l'esempio che rappresentano per tutta l'Italia. La cena al San Paolo è un'occasione di incontro e dialogo fra gastronomia, sport e cultura, un modo di dire grazie attraverso il piacere del cibo, cosa che la nostra città sa fare al meglio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma Food Valley abbraccia gli atleti della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico

ParmaToday è in caricamento