rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

Parma: laboratori personalizzati per ragazzi con disturbi specifici dell'apprendimento

Un’iniziativa promossa da Il Tulipano bianco Aps in convenzione con l’Associazione Italiana Dislessia (AID) per rispondere alle difficoltà didattiche dovute alla pandemia

Rispondere alle difficoltà didattiche derivanti dalla pandemia per i ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). Con questo obiettivo sono stati realizzati i laboratori specialistici per l’autonomia, promossi dall’associazione Il Tulipano Bianco Aps e convenzionati con l’Associazione Italiana Dislessia (AID). I laboratori pomeridiani, gestiti da tutor specializzati in tecniche per l’apprendimento DSA, sono ripartiti il 18 ottobre dopo la pausa estiva e a beneficiarne sono già 50 bambini e ragazzi di Parma e provincia. Lo scopo è favorire il processo di autonomia nello studio e promuovere l’acquisizione di una maggiore consapevolezza dei propri punti di forza, valorizzandoli.

“I nostri laboratori non sono un semplice aiuto per fare i compiti. Abbiamo creato una vera e propria rete di supporto per le famiglie, che in questo periodo di pandemia si sono sentite spesso abbandonate a loro stesse”, spiega Laura Lembo, coordinatrice e referente dei laboratori. “Dobbiamo comprendere che la dislessia, così come gli altri disturbi specifici dell’apprendimento, si possono superare. Per farlo, noi tutor AID proponiamo un approccio alternativo all’apprendimento, efficace e personalizzato, con l’uso di strumenti compensativi come le mappe concettuali o software didattici creati ad hoc”, conclude la dottoressa.

I disturbi specifici dell’apprendimento sono una problematica assai diffusa nella popolazione mondiale. Secondo un recente rapporto del Ministero dell’Istruzione, gli alunni con DSA in Italia rappresenterebbero il 4,9% del totale, con un’incidenza maggiore nelle scuole secondarie di primo grado. Una percentuale in aumento, considerato il moltiplicarsi delle diagnosi a seguito dell’introduzione della legge n. 170 del 2010.

“Nel periodo storico che stiamo vivendo, in cui si temono nuove restrizioni, molte famiglie hanno dovuto – e devono tuttora – far fronte a difficoltà economiche e sociali considerevoli. I laboratori convenzionati AID danno una risposta concreta a molte famiglie che hanno figli con DSA. I bambini e i ragazzi con questo tipo di problematiche devono avere a disposizione strumenti efficaci e personalizzati. Solo così si può pensare ad una didattica davvero inclusiva, in un clima accogliente, non giudicante, cooperativo e solidale”, dichiara il presidente de Il Tulipano Bianco Aps Francesco Giordani.

Ci lasciamo alle spalle tempi duri e questo vale soprattutto per quei ragazzi e quelle ragazze che presentano maggiori difficoltà nell’apprendimento, che ogni giorno devono superare determinati scogli che prendono il nome di dislessia, discalculia, disortografia e disgrafia. Scogli che però non sono insormontabili poiché, come dimostrano questi laboratori personalizzati, i processi di apprendimento posso essere considerevolmente facilitati grazie ad aiuti specifici e a percorsi personalizzati, fino al raggiungimento di una considerevole autonomia nello studio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma: laboratori personalizzati per ragazzi con disturbi specifici dell'apprendimento

ParmaToday è in caricamento