rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità

Parma-Napoli: scatta il divieto per la vendita di alcolici

Tutte le informazioni

Divieto di vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche con gradazione superiore ai 5° gradi, in contenitori di qualunque specie e materiale e divieto di vendita di bevande non alcoliche in contenitori di vetro o lattine di alluminio, nelle tre ore precedenti e nell'ora successiva la fine dell’incontro di calcio “PARMA CALCIO vs NAPOLI”, in programma, allo stadio Ennio Tardini, domenica 24 febbraio, alle ore 18.00

L'ordinanza sindacale, predisposta su richiesta della Questura di Parma, ha lo scopo di salvaguardare esigenze di ordine e di sicurezza pubblica in occasione della manifestazione sportiva “PARMA CALCIO vs NAPOLI”, prevista domenica 24 febbraio 2019, ore 18,00, disponendo, nelle tre ore antecedenti e nell'ora successiva la fine dell’evento sportivo, ossia dalle ore 15,00 fino alle ore 20,45, i divieti di seguito elencati.

Divieto assoluto di vendita, somministrazione e consumo (fatta eccezione per la sola somministrazione al tavolo effettuata congiuntamente ai pasti) di bevande alcooliche con gradazione superiore a 5°, in contenitori di qualunque specie e materiale, all’interno del perimetro delimitato dalle seguenti strade, pure ricomprese: via Zarotto, via Montebello, via Bizzozzero, via Solferino, via Farini, via Repubblica, via Emilia Est.

Divieto assoluto, all’interno del perimetro sopra indicato, di vendita di bevande non alcoliche in contenitori di vetro o lattine in alluminio, prevedendosi in sostituzione la vendita in contenitori di carta o plastica;

L’inottemperanza alle disposizioni ordinatorie costituisce illecito amministrativo ed è punibile con la sanzione pecuniaria da € 25,00, ad € 500,00, con pagamento in misura ridotta pari ad € 50,00 e la vigilanza sull’ottemperanza sarà effettuata dalla Polizia Municipale e dalle Forze di Polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Napoli: scatta il divieto per la vendita di alcolici

ParmaToday è in caricamento