parma: residenti di via trento esasperati. bande e spacciatori i nuovi padroni del quartiere.

Lettera aperta dei residenti a Forza Civica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Di seguito riceviamo e pubblichiamo testo integrale che ci ha inviato un gruppo di residenti di via Trento. "Noi residenti di via Trento siamo esasperati dalla presenza di bande nigeriane, di spacciatori che ormai sono i padroni della zona, quale "Palazzo" protegge gli spacciatori in via Trento? Ci domandiamo, siamo stati eletti CAPITALE DELLA CULTURA, o DELLO SPACCIO A FRONTE STRADA? Tutti i giorni ormai assistiamo alle risse tra spacciatori di colore che a suon di coltelli e bottigliate si azzuffano ogni sera, ogni notte. Quale organizzazione più forte dello Stato protegge lo spaccio a ruota libera in via Trento e nei suoi vicoletti? Possibile che decine di telefonate a settimana alle forze di Polizia non bastino per risolvere questo cancro in via Trento? E se poi malauguratamente ci dovesse scappare il morto? Forse si aspetta questo? Sicuramente non farebbe onore ALLA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA! Ormai i residenti sono alla disperazione, si capisce che lo spaccio in via Trento abbia alle spalle qualcosa di molto grosso, potente al punto da far lavorare i propri "dipendenti" indisturbati H24. Eppure se solo si volessero visionare le tantissime telecamere sparse per tutta via Trento e i suoi vicoletti si potrebbero individuare ed arrestare capi e gregari, facendo man mano un pò di pulizia. Ma evidentemente questo non può essere realizzato per chissà quale motivo, forse facilmente intuibile dai tanti cittadini ormai stanchi e che conoscono gli spacciatori della via uno ad uno, tanto aver notato che la droga ormai difficilmente viene distribuita dai presenti su via Trento, ora quando il cliente si ferma per comprare una dose, prima consegna i soldi a colui che si avvicina alla macchina poi la dose giunge qualche istante dopo da un pusher che arriva al volo in bici o in monopattino elettrico, aggiungere altri particolari non serve, leggendo questa lettera di noi cittadini disperati chi vuol capire capisce, poi il libero arbitrio ad interventi se non è di troppo disturbo... La paura dei residenti è nota a tutti, prima o poi qualcuno si troverà vittima inconsapevole nella via Trento della Parma CAPITALE DELLA CULTURA o CAPITALE DI ALTRO?” I residenti esasperati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento