Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Covid: Parma verso la zona bianca dal 14 giugno

L'Emilia-Romagna è tra le cinque regioni hanno visto un'accelerazione della discesa dell'incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti

Parma potrebbe passare in zona bianca a partire dal 14 giugno. L'Emilia-Romagna, infatti, è tra le cinque regioni hanno visto un'accelerazione della discesa dell'incidenza dei casi ogni centomila abitanti.

La proiezione dei dati dà un valore inferiore ai 50 casi nel periodo tra il 20 e il 27 maggio, mentre se si calcola l'incidenza a partire dal 19 qualcuna è ancora leggermente al di sopra. La Lombardia è a 50,7, l'Emilia-Romagna a 51,9 e il Lazio a 52,2. Segue il Piemonte a 55,3. 

La regola prevede infatti che si debba restare sotto la soglia di 50 casi per tre monitoraggi consecutivi per approdare in zona bianca. E quindi ecco che Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte e Puglia potrebbero arrivare in zona bianca a partire dal 14 giugno. 

Intanto però sono state avanzate alcune ipotesi dalle Regioni per la zona bianca rafforzata. Tra queste il coprifuoco alle 24 insieme a misure anti assembramento per la movida, nel caso di un aumento dell'incidenza dei contagi che superi i 50 ogni 100mila abitanti.

In attesa delle decisioni dei governatori, l'agenzia di stampa Ansa spiega che l'idea è quella di introdurre nuovi meccanismi condivisi a livello nazionale affinché sia tutelata la continuità delle aperture nei territori che hanno la più bassa diffusione del virus. L'ipotesi, come detto, è quella del corpfuoco alle 24 (attualmente in zona bianca non c'è coprifuoco) e di altre misure anti-assembramento sulla movida, come l'obbligo di consumare solo seduti ai tavolini di bar e ristoranti all'aperto senza sostare in piedi davanti ai locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: Parma verso la zona bianca dal 14 giugno

ParmaToday è in caricamento