Pedemontana Sala Baganza – Felino: c’è il progetto esecutivo

E’ stato presentato in Consiglio provinciale dall’ing. Montepara, progettista incaricato dalla Provincia, e dal Direttore generale della Regione Ferrecchi, presenti i sindaci dei tre Comuni coinvolti

 E’ approdato stamattina in Consiglio Provinciale il progetto di fattibilità tecnica ed economica del tratto di Pedemontana compreso fra le strade provinciali  121r e 15, in comune di Sala Baganza, che si collega alla tangenziale di Felino.
A illustrarlo è stato il progettista ing. Antonio Montepara, incaricato dalla Provincia. All’incontro erano presenti anche l’ing. Paolo Ferrecchi, Direttore Generale della Direzione “Cura del territorio e dell'ambiente” della Regione Emilia Romagna e gli amministratori dei Comuni coinvolti: i sindaci Aldo Spina di Sala Baganza, Elisa Leoni di Felino e Dodi vice sindaco di Collecchio. Il progetto è stato finanziato per 80 mila euro dalla Regione Emilia-Romagna e per 20 mila euro dalla Provincia di Parma.  I lavori prevedono una spesa di 23 milioni di euro.

“Questo risultato è l’esito di un fruttuoso accordo tra Provincia e Regione Emilia – Romagna per delineare un tassello importante  del sistema infrastrutturale provinciale – afferma il Presidente della Provincia di Parma Diego Rossi -  In coerenza con le priorità indicate nel Prit, - Piano regionale infrastrutture territoriali, con il completamento della strada Pedemontana nel tratto tra i territori di Langhirano e Medesano, si prefigura un disegno infrastrutturale organico che, connettendo la Via Emilia ed il casello autostradale A1-A15 con questa zona, svolgerà un ruolo strategico per un’efficace integrazione con il sistema autostradale di tutta l’area.”

L’ing. Montepara ha illustrato il tracciato che è stato scelto, sulla base di alcuni indicatori tra cui la riduzione al minimo possibile dei costi ambientali e dei tagli delle proprietà agricole.  Con questa nuova opera, comprensiva di un nuovo ponte sul Baganza e di alcune rotatorie, si realizzerà un collegamento diretto ai Comuni di Felino e Sala Baganza.

I risultati attesi sono: un agevole scorrimento per chi dai centri urbani gravita sulla «Massese», la drastica riduzione del traffico sulla Strada statale n.9 ,la via Emilia, che presenta seri nodi critici, l’eliminazione del traffico pesante nel centro di Sala Baganza. Insomma, si prevedono vantaggi sia per gli autotrasportatori sia per degli abitanti di Sala e di Casale di Felino, che vedranno un miglioramento della qualità della vita e della sicurezza.

Soddisfatto il Delegato provinciale e sindaco Aldo Spina:”Le sollecitazioni dei comuni della Pedemontana trovano una prima importante risposta nel progetto presentato, che finalmente fornisce al territorio una concreta soluzione progettuale, avvicinando l’attuazione di una infrastruttura di assoluto rilievo – ha affermato Spina, che è anche Presidente dell’Unione - La possibilità di cogliere sinergie col cantiere della Cassa di espansione del Baganza, grazie alla tempestiva azione di Regione e Provincia, rappresenta un elemento di sicuro valore aggiunto.”

L’ing. Ferrecchi, dirigente della Regione Emilia- Romagna,  ha affermato che questi interventi sono tra le priorità regionali, scritte nel Prit, quindi, compatibilmente con le risorse, saranno prioritariamente finanziati. E ha concordato con Spina a proposito della sinergia con la cassa di espansione sul Baganza, che è in una fase avanzata e ha quantitativi rilevanti di materiali da rimuovere, che potrebbero essere utilizzati per questa opera, favorendone quindi un più rapido avvio.
Buone notizie, infine, anche sulla Cispadana: Ferrecchi ha annunciato che nel bilancio regionale sono stati stanziati 100 milioni di euro per farne partire i cantieri.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento