rotate-mobile
Attualità

A marzo 45 nuovi agenti di Polizia Locale in città, il sindacato: "Servono politiche di edilizia agevolata”

Il delegato Sulpl di Parma Nicolas Brigati: "Negli accordi messi a punto da Prefettura e Amministrazioni non sono inseriti gli agenti di polizia locale"

Sono in arrivo a Parma 45 nuovi agenti di Polizia Locale: un incremento notevole del personale di servizio che fa tornare attuale un tema, quello dell’edilizia agevolata, su cui il Sulpl, Sindacato Polizia Locale, è da sempre molto attento. Come già accaduto in altri comuni dell’Emilia Romagna, anche a Parma emerge la necessità di avere appartamenti destinati agli agenti di Polizia Locale, così come avviene per altri corpi delle Forze dell’Ordine. “Negli accordi messi a punto da Prefettura e Amministrazioni - spiega il delegato Sulpl di Parma Nicolas Brigati - non sono inseriti gli agenti di Polizia Locale. Una discriminazione contro la quale, come sigla sindacale, ci stiamo battendo da tempo per far sì che anche i nostri agenti possano avere la
possibilità di alloggiare in edifici con tariffe agevolate”. 

“Gli agenti di Polizia Locale - prosegue Brigati - non sono forze dell’ordine di serie B. Rinnoviamo l’appello al Sindaco, a cui chiediamo pubblicamente anche la possibilità di un incontro, di andare incontro alle esigenze dei nostri lavoratori, prevedendo un piano di edilizia agevolata. Molti degli agenti che saranno a Parma nei prossimi mesi vengono da fuori regione ed è indispensabile che vengano attivate dall’amministrazione politiche di affitti agevolati, come peraltro già accade per le altre forze dell’ordine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A marzo 45 nuovi agenti di Polizia Locale in città, il sindacato: "Servono politiche di edilizia agevolata”

ParmaToday è in caricamento