rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
TRENI

"Pontremolese a rischio, dal Governo nessuna risposta"

Lo denuncia la vicecapogruppo del Pd alla Camera, Valentina Ghio, dopo un'interrogazione presentata in commissione. "Per la seconda fase del progetto, per cui si stima la necessità di 4,5 miliardi

"Il governo non dà risposte concrete sui tempi, la progettazione e il reperimento dei fondi per la realizzazione della Pontremolese, un'opera fondamentale per tre regioni: Liguria, Toscana ed Emilia-Romagna. In modo superficiale e incurante, il viceministro alle Infrastrutture, Galeazzo Bignami, ha dichiarato che ad oggi il ministero non sa dove reperire i 113 milioni mancanti per la tratta Parma-Vicofertile, mentre per la tratta Vicofertile-Fornovo di 18 chilometri non è ancora stato redatto nessun progetto, forse si farà nel 2024". Lo denuncia la vicecapogruppo del Pd alla Camera, Valentina Ghio, dopo un'interrogazione presentata in commissione. "Per la seconda fase del progetto, per cui si stima la necessità di 4,5 miliardi, non si fa nessun cenno alla modalità di reperimento dei fondi e alle tempistiche dell'iter progettuale e di realizzazione, addirittura è messa in dubbio anche la realizzazione delle restanti tratte, visto che Rfi sta ancora valutando l'opportunità- prosegue la dem- una situazione inaudita, che rischia di mettere a rischio la realizzazione di un'infrastruttura strategica per il collegamento della Liguria con Toscana ed Emilia-Romagna e il trasporto intermodale delle merci tra le diverse aree produttive e i porti della Spezia e Marina di Carrara e tra il Mediterraneo e l'Europa". Ghio evidenzia che "il completamento del raddoppio porterebbe benefici anche di carattere ambientale, con il parziale spostamento del traffico su gomma al ferro, con importanti migliorie ambientali e di sicurezza sull'intera rete infrastrutturale. La risposta di oggi è superficiale e inaccettabile: si deve procedere al più presto con la progettazione definitiva di tutte le tratte a binario unico e con il reperimento dei fondi e si deve stabilire un cronoprogramma puntuale per portare a termine l'opera

Anche il Pd ligure prende posizione dopo l'interrogazione: "La preoccupazione sul futuro della Pontremolese si trasforma in sconcerto e timore che tutto possa fermarsi. Questo governo si mostra contrario allo sviluppo dell'area che si trova sulla direttrice tirrenica-ligure-veneta che porterebbe con sé una crescita economica di un'area vasta a favore del sistema Paese". Per il segretario regionale, Davide Natale, e il responsabile Infrastrutture e mobilità del partito ligure, Pietro Mannoni, "serve una grande mobilitazione della politica, delle istituzioni, del mondo delle imprese e del lavoro e delle associazioni che da sempre sono impegnate per la realizzazione di questa infrastruttura. Il governo non può non ascoltare un territorio che chiede a gran voce di lavorare per completare un progetto che può rappresentare un'opportunità di rilancio di tutto il Paese, anche in una logica di collegamento con il centro Europa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pontremolese a rischio, dal Governo nessuna risposta"

ParmaToday è in caricamento