rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Prevenzione, all’auditorium Assistenza Pubblica l’incontro su obesità e tumori

L’iniziativa nata dalla collaborazione tra Lilt, Obesity week e Aziende sanitarie si svolgerà lunedì 11 ottobre alle 17.00 nella sede di via Gorizia

Qual è il collegamento tra obesità e tumori? Che ruolo gioca l’alimentazione? Cosa ci dicono le ultime pubblicazioni scientifiche? Sono queste solo alcune domande alla base del convegno “Le problematiche attuali della prevenzione: obesità e tumore”, in programma lunedì 11 ottobre alle ore 17, presso la sede dell’Assistenza P?ubblica in via Gorizia 2.

All’iniziativa interverranno Enzo Molina, presidente Lilt, Leone Arsenio ideatore dell’Obesity Week, Francesco Leonardi e Antonino Musolino, alla guida rispettivamente dell’Oncologia medica del Maggiore e della Breast Unit interaziendale.

“L'incidenza del cancro – precisa Arsenio Leone -  è la risultante di una interazione fra i nostri geni e i fattori esterni. Per darci un’idea del rapporto obesità e tumori particolarmente significativi sono i dati recentemente pubblicati relativi alla mortalità tra 50 milioni di americani tra il 1999 e il 2018 dove si nota come i decessi per tumori non associati all’obesità, come cancro ai polmoni e della pelle, diminuiscono di quasi 3 volte più velocemente dei decessi per tumori legati all’obesità, come cancro dello stomaco o colon-retto. Questo anche a causa del grande aumento della prevalenza dell’obesità nella popolazione americana”.

“Porre l’attenzione sui fattori di rischio e sulla diagnosi precoce - precisa Francesco Leonardi, direttore dell’Oncologia medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma risulta fondamentale per attuare una campagna di prevenzione e di sensibilizzazione sulla popolazione per contrastare le patologie oncologiche. I principali fattori esterni imputati nel determinismo dei tumori sono proprio le nostre abitudini più o meno voluttuarie quali il fumo e l'alimentazione. 

Oltre alla lotta al fumo, all’adesione agli screening validati (mammella, colon, collo dell'utero), maggiore attenzione dovrebbe essere posta ai corretti stili di vita e all'alimentazione, soprattutto intesa come lotta al sovrappeso. La prevenzione è davvero un’arma in più a beneficio di tutti e il convegno di lunedì va in questa direzione”.

“Mai come quest’anno – conclude Enzo Molina presidente LILT Parma - si impone una ripresa e un potenziamento dell’attività di prevenzione oncologica– e noi di Lilt grazie a un grande gioco di squadra del nostro territorio puntiamo a mantenere alta l’attenzione anche sui fattori di rischio”.

Tutte le iniziative realizzate in occasione del mese rosa sono sostenute e patrocinate dalle Azienda sanitarie, Ateneo, Comune e Provincia di Parma oltre a Ordine dei medici, Breast Unit e Associazioni di volontariato.

Le iniziative in programma nel mese di ottobre sono consultabili sui siti delle aziende sanitarie e su quello dell’Associazione Lilt Parma.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione, all’auditorium Assistenza Pubblica l’incontro su obesità e tumori

ParmaToday è in caricamento