rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Priamo Bocchi sui progetti in Burundi: "Perché il Comune collabora con un regime dispotico militare e stanzia altri 15 mila euro?"

Nel mirino del capogruppo di Fratelli d'Italia il progetto di cooperazione internazionale denominato "Maison Parma, la filiera del pomodoro"

"Più volte, anche attraverso tre interrogazioni - si legge in una nota di Priamo Bocchi, capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio comunale a Parma - ho criticato l'impegno assunto dal comune di Parma nel progetto di cooperazione internazionale denominato "Maison Parma, la filiera del pomodoro". Ritenevo e ritengo quantomeno inopportuno, da un punto di vista politico e di tutela dell'immagine, che il comune di Parma collaborasse con partners istituzionali (comune e provincia di Bujumbura) di un regime dispotico militare, già oggetto di pesanti critiche da parte dell'Onu e dello Human Rights Watch, per essere negatore dei più elementari diritti umani e civili: esecuzioni sommarie, persecuzioni politiche, torture, sparizioni e uccisioni extragiudiziali sono all'ordine del giorno.

"In base alla convenzione stipulata l'11/5/2021 con l'Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo - continua la nota - il comune di Parma, in qualità di promotore ed ente esecutore del progetto, si era impegnato a fornire rapporti intermedi e finali sul carattere e l'ammissibilità delle spese sostenute nel progetto. Il revisore esterno, costato 27 mila euro, è stato individuato con quasi un anno di ritardo solo nel marzo 2023 e ancora non si hanno notizie di tali rapporti. Ora apprendiamo che una delibera di giunta autorizza una maggiore presenza in Burundi di personale del Comune di Parma e di prevedere che una spesa  di euro 7.500,00 per l’anno 2023 e di euro 7.500,00 per l’anno 2024 derivante dalle missioni in Burundi del personale del Comune di Parma. Sinceramente inaccettabile" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Priamo Bocchi sui progetti in Burundi: "Perché il Comune collabora con un regime dispotico militare e stanzia altri 15 mila euro?"

ParmaToday è in caricamento