menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia: informatizzate le pratiche per gli esami dell’Ufficio Trasporti

Il Consiglio provinciale lo ha deciso all’unanimità nella seduta di stamattina. Recepiti anche alcuni finanziamenti su strade, smart working e Distretto del Prosciutto

Una serie di buone notizie è emersa dalla seduta del Consiglio provinciale che si è svolto stamattina, di nuovo in modalità mista, con i consiglieri in parte in presenza a Palazzo Giordani e in parte in videoconferenza, per assicurare il rispetto dei protocolli di sicurezza anti Covid-19.

Il Consiglio ha approvato all’unanimità la modifica di tre regolamenti illustrati dal Dirigente dell’Ufficio Trasporti dott. Ruffini che riguardano gli esami di accesso alle professioni di trasportatore su strada di merci per conto di terzi e di viaggiatori, consulente per la circolazione dei mezzi di trasporto (Agenzie di pratiche auto) e insegnante di teoria e istruttore di guida di autoscuola. D’ora in poi le pratiche burocratiche per l’accesso a questi esami si svolgeranno in modo informatico tramite la nuova piattaforma Elixforms e i pagamenti saranno effettuati anch’essi online tramite l’applicativo PagoPa. In questo modo viene eliminata la fase di protocollazione e archiviazione delle domande, con risparmio di tempo e lavoro, per cittadini ed Ente. Queste modifiche rientrano in un progetto più ampio di informatizzazione e dematerializzazione di tutte le pratiche dell’Ufficio Trasporti della Provincia.

E’ stato quindi ratificato, con l’astensione del gruppo Provincia Nuova, un decreto del Presidente che recepisce tre finanziamenti importanti per la nostra Provincia, illustrati dal Dirigente dell’Ufficio Bilancio dott. Menozzi. Si tratta di quasi 30 mila euro dalla Regione Emilia Romagna per il potenziamento dello smart working nell’Ente e di 200 mila euro dalla Fondazione Cariparma per Distretto del Prosciutto Academy, progetto che coinvolge Comune di Langhirano, Unione Parma Est, Consorzio del Prosciutto, che la Provincia coordina e a cui contribuisce con 100 mila euro. Il terzo finanziamento, destinato alla manutenzione della rete viaria provinciale, proviene dal Ministero delle infrastrutture ed è di circa 10 milioni di euro in più in 5 anni, di cui 640 mila euro per il 2020, circa 1,2 milioni sul 2021 e quasi 3 milioni sul 2022.

Approvata all’unanimità anche la delibera che estende al 2021 il progetto Estate delle Pievi, in linea con l’allungamento all’anno prossimo di “Parma 2020 Capitale della Cultura”, nel cui cartellone l’iniziativa era compresa. “Sono in programma ben 32 eventi nei due anni, organizzati Comuni sedi di Pievi romaniche del nostro territorio, e già alcune in questa estate 2020 – ha spiegato il Delegato alla Cultura Trevisan - la Provincia si svolge un ruolo di coordinamento e promozione, importante soprattutto per i piccoli comuni, col finanziamento di 44 mila euro della Fondazione Cariparma.” Il Presidente Diego Rossi ha sottolineato che questa ripartenza già nel 2020 è un segnale importante di rinascita post Covid per i cittadini e per il mondo della cultura.

La seduta era iniziata con una interrogazione del consigliere Benecchi (PN) sul ponte sul Po di Colorno. Benecchi ha lamentato che le disposizioni su distanze, pesi e velocità non vengono rispettate da chi transita sul ponte, ha chiesto informazioni sulla pratica relativa al sistema di monitoraggio e ha proposto l’inizio dell’iter per l’installazione di un autovelox. Inoltre ha espresso preoccupazione per il mancato inserimento del nuovo ponte nel piano delle opere di Italia Veloce. Infine ha auspicato il completamento della Ti-Bre autostradale, che alleggerirebbe il ponte sul Po dal traffico pesante.

Ha risposto l’ing. Monteverdi, dirigente del Servizio Viabilità: la realizzazione del sistema di monitoraggio è stato aggiudicato ieri, ora bisogna redigere il contratto e consegnare i lavori, dopo di che la ditta lo dovrà consegnare in 90 giorni. Il controllo dei pesi non può essere collegato direttamente a un sistema sanzionatorio, ma può segnalare le violazioni alle forse dell’ordine, che possono intervenire. Monteverdi ha chiarito che a questo proposito si sono già svolti incontri con la Polizia stradale per attivare una più stretta collaborazione. Inoltre ha ricordato che la Provincia ha già ottenuto il finanziamento per la progettazione del nuovo ponte, che verrà svolta in collaborazione con Anas, futuro ente gestore del ponte, con cui è già in programma un incontro a fine mese, anche sulla programmazione della costruzione dell’opera.
Il Presidente Rossi ha aggiunto che per contrastare il passaggio sul ponte di mezzi non idonei occorrerà la collaborazione con Polizia provinciale, Carabinieri, Polizia stradale e Polizie locali. A proposito di Italia Veloce ha ricordato che nelle slides di presentazione i ponti sul Po vengono indicati  come prioritari. Ha assicurato che l’attenzione della Provincia è e resterà alta e ha ripetuto il suo giudizio:”bene il richiamo alla Pontremolese, ci aspettiamo qualcosa di più su Tibre, aeroporto e Alta velocità”. Ha concluso con un invito: “Facciamo tutti lobby per il nostro territorio, anche in Parlamento, dove c’è una rappresentanza importante del Parmense, anche all’opposizione.”
Benecchi ha ringraziato e si è dichiarato soddisfatto.

La registrazione della seduta sarà disponibile sul canale istituzionale youtube della Provincia di Parma, al link https://www.youtube.com/channel/UCryi2ddrmGQjyneG57hRf0g.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 2 morti e 70 nuovi casi

  • Cronaca

    Parma resta in zona arancione

  • Sport

    Vigilia contro la Samp, D'Aversa: “Abbiamo ancora qualche infortunio”

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento