rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Attualità

Pubblicità ingannevole sui social: sanzione per il “collirio in grado di cambiare il colore dell’iride”

L’Agcom interpellata da Federconsumatori Parma ha comminato al venditore 45mila euro di multa

Grande successo di Federconsumatori Parma, con il contributo dell’Avv. Silvia Dodi, a tutela dei consumatori anche più giovani, fruitori della piattaforma TikTok.

Sulla base della segnalazione presentata da Federconsumatori Parma, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato Crystal Drops. Co. per complessivi 45 mila euro, a fronte di pratiche commerciali scorrette, relative alla diffusione di un video sulla piattaforma TokTok, diretto a reclamizzare gocce oculari che promettevano di cambiare il colore degli occhi.

In particolare, dal procedimento è emerso che la diffusione di tale video, in assenza di avvertenze idonee a palesarne l’intento promozionale, costituisse una condotta particolarmente insidiosa perché in grado di neutralizzare le difese che l’utente di una pubblicità riconoscibile pone in essere, violando così l’art. 20 del Codice del Consumo, che individua una specifica ipotesi di pubblicità occulta.

Inoltre è stata accertata la violazione di altre norme del Codice del Consumo in quanto la condotta di Crystal Drops. Co. si è rivelata contraria alla diligenza professionale e idonea a trarre in errore i consumatori sulle effettive caratteristiche del prodotto, in modo da indurli all’utilizzo senza l’adozione delle normali cautele e del rispetto delle regole di prudenza e vigilanza, stante anche la difficile reperibilità delle informazioni relative all’identità del professionista, sul sito internet di riferimento.

Quindi, la pratica commerciale posta in essere da Crystal Drops. Co è risultata scorretta ed idonea a ingannare sulle caratteristiche del prodotto e mettere in pericolo la sicurezza dei minori che utilizzano la piattaforma TikTok, nonché non sono risultate chiare né la natura né la composizione del prodotto offerto in vendita, inoltre, le dichiarazioni sull’efficacia delle gocce e sulla loro sicurezza non sono risultate provate.

Quanto alla piattaforma TikTok Technology Limited, l’Autorità ha ritenuto soddisfacenti gli impegni presentati nell’allegata dichiarazione, a tutela dei consumatori, disponendo che tali impegni fossero obbligatori, conseguentemente ha ritenuto di chiudere il procedimento senza infrazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicità ingannevole sui social: sanzione per il “collirio in grado di cambiare il colore dell’iride”

ParmaToday è in caricamento