Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Qualità dell’aria: alleanza tra Comune di Parma e 11 Comuni della provincia

Ecco i contenuti dell'accordo

Il Comune di Parma ed i Comuni di Langhirano, Sissa-Trecasali, Unione Pedemontana Parmense (Comuni di Collecchio, Sala Baganza, Felino, Traversetolo, Montechiarugolo), Colorno, Fornovo, Torrile, Sorbolo-Mezzani hanno deciso di costituire un fronte unitario, attraverso la sottoscrizione di un Accordo di Collaborazione tra i Comuni dell’Area Funzionale Urbana che si fonda sulla sostenibilità ambientale e che prevede attività di ricerca, suggerimenti e l’adozione di misure concrete per ridurre gli inquinanti nell’aria. 

Questa mattina si è svolta la conferenza stampa on line di presentazione dell'Accordo e che ha visto la sottoscrizione virtuale da parte degli 11 Comuni della provincia, oltre al Comune di Parma, alla presenza del Sindaco Federico Pizzarotti e dell’Assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientali del Comune di Parma Tiziana Benassi.

“Le politiche di interscambio sulla mobilità alternativa sono buone pratiche da mettere in campo in modo integrato e semplificato in modo da sensibilizzare e incentivarne l’uso da parte dei cittadini. Serve un cambio culturale e questo avrà un impatto positivo sull’intero territorio. Dobbiamo sostenere e accompagnare questo cambiamento offrendo occasioni, strumenti che ne facilitino il salto. Continuiamo a lavorare in questa direzione, con azioni e obiettivi comuni” ha sottolineato il Sindaco Pizzarotti.

“Con questo protocollo strutturiamo modelli operativi e formalizziamo l'impegno di ben 11 Comuni della provincia, oltre al Comune di Parma, sul tema della qualità dell’aria. Sensibilizzare i cittadini con azioni concrete per diffondere le informazioni legate alla qualità dell’aria e al sistema di mobilità sostenibile diventa obiettivo comune. Nei prossimi giorni sarà attiva anche la nuova APP INTERREG SAPES APP che permetterà di monitorare l’andamento della qualità dell’aria, uno strumento rivolto a tutti i cittadini ma soprattutto alle fasce deboli” ha introdotto l’assessora Benassi.

Grande soddisfazione espressa da tutti i rappresentanti dei Comuni della provincia firmatari.

“Doveroso esserci come Amministrazioni su questi temi così stringenti. Lavorare in rete mettendo in sinergia le volontà di tutti i rappresentanti del territorio Associazioni, cittadini e realtà locali incluse potrà essere la nostra forza per sensibilizzare e incentivare la messa in pratica da parte di tutti delle buone pratiche”, hanno sottolineato la Sindaca di Collecchio Maristella Galli e il Sindaco di Montechiarugolo Daniele Frigeri a nome dei Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense.

Marco Comelli, assessore all’Ambiente del Comune di Sorbolo, ha condiviso la positività delle azioni dell’Accordo rivolte ai giovani che potranno essere il motore del cambiamento.

Michela Zanetti, Sindaca di Fornovo e Lucia Caroli, assessore all’Ambiente del Comune di Fornovo, hanno sottolineato quanto l’ottica della rete sia indispensabile per portare cambiamenti significativi e duraturi nel tempo. “Per i cittadini dei Comuni limitrofi a Parma è determinante avere informazioni e conoscere le opportunità che la città offre per poter così sfruttare al meglio gli strumenti e concorrere ad un bene comune come la qualità dell’aria” ha detto la Sindaca Zanetti.

La riduzione degli inquinanti nell’aria, il miglioramento della sua qualità costituiscono un impegno strategico su cui si concentrerà l’operato delle Amministrazioni coinvolte. Un impegno che si sostanzierà attraverso azioni di sensibilizzazione, di coinvolgimento della cittadinanza e dei portatori di interesse, in un percorso partecipato volto a migliorare la qualità della vita delle comunità coinvolte. 

Prende, così, avvio un percorso virtuoso che si fonda sulla condivisione di strategie e politiche ambientali. Tra le novità di maggior rilievo la prossima attivazione dell’App dedicata che fornisce informazioni in tempo reale sulla qualità dell’aria descritta nelle sue specificità e potenzialità dal Funzionario del Servizio Tutela Ambiente del Comune di Parma Alessandro Angella. 

Uno strumento strategico, per esempio, per assestare i propri comportamenti, per coloro che praticano attività sportiva all’aria aperta, ma che ha anche risvolti importanti in tema di prevenzione per coloro che sono affetti da particolari patologie respiratorie e cardiovascolari. L’App è il frutto di un percorso condiviso che ha visto il coinvolgimento di medici specialisti del territorio. 

L’accordo, inoltre, prevede ricadute positive in termini di condivisione e diffusione di servizi in rete per favorire la mobilità sostenibile ed il trasporto pubblico locale, a scapito dell’uso dell’auto privata. 

Il Comune di Parma ha svolto, dal 2018 al 2020, nell’ambito del progetto europeo AWAIR, in collaborazione con i partner ARPAE Emilia-Romagna e CINSA, attività mirate al coinvolgimento dei comuni limitrofi alla città di Parma e ricadenti nell’Area funzionale urbana. Tali iniziative sono state attuate per aumentare la consapevolezza degli effetti legati agli episodi acuti di inquinamento atmosferico.

Il progetto ha previsto il coinvolgimento di diversi stakeholder attraverso incontri con sindaci e amministratori del territorio, l’organizzazione di tavoli di lavoro con esperti in campo medico-ambientale e associazioni no-profit, lezioni per gli studenti nonché eventi di formazione per i docenti. 

Il lavoro svolto insieme ai partner europei del progetto ha evidenziato che lo scambio di conoscenze e la condivisione di azioni si rivela vincente nell’attuare misure più idonee a ridurre l’esposizione dei cittadini agli eventi acuti di inquinamento. 

L’accordo, pertanto, prevede l’impegno condiviso dai Comuni sulla sensibilizzazione della cittadinanza, in particolare le persone più vulnerabili, sull’inquinamento atmosferico e sul suo impatto sulla salute; l’impegno a comunicare in modo capillare ed efficace, gli eventi acuti ai cittadini, per favorire la riduzione dell’esposizione all’inquinamento atmosferico. Ma anche informare sui servizi di mobiltà sostenibile esistenti, promuovendo in questo modo la riduzione delle emissioni da trasporto individuale. Inoltre ha l’obiettivo di supportare indagini sulla distribuzione dell’inquinamento atmosferico e promuovere l’applicazione "INTERREG SAPEs APP” sviluppata all’interno del progetto, per comunicare ai cittadini gli eventi acuti di inquinamento atmosferico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dell’aria: alleanza tra Comune di Parma e 11 Comuni della provincia

ParmaToday è in caricamento