rotate-mobile
Attualità

Regioinsieme 2024: inclusione, accessibilità, formazione, condivisione

Il progetto sociale del Teatro Regio di Parma, realizzato insieme all’associazione “Parma, io ci sto!”, si arricchisce di iniziative, laboratori, performance che coinvolgeranno da gennaio a maggio le realtà del Terzo Settore del territorio

Si arricchisce il calendario di iniziative di RegioInsieme 2024, il progetto sociale realizzato dal Teatro Regio di Parma insieme all’associazione “Parma, io ci sto!” che, di anno in anno, continua a crescere e strutturarsi grazie alla coprogettazione con le associazioni e realtà del terzo settore di Parma e Provincia.

Sensibilizzare, coinvolgere e ispirare la comunità rispetto a temi sociali, garantire accessibilità e inclusione, creare opportunità di incontro e formazione: è questa la missione di RegioInsieme, che scandirà la Stagione 2024 con spettacoli, laboratori, percorsi di accessibilità ed esperienze formative, per accorciare le diseguaglianze e offrire a tutti, grazie al potere dell’arte e della musica, occasioni di cura, sviluppo e benessere personale.

Le testimonianze raccolte e i progetti realizzati durante le iniziative di RegioInsieme saranno raccontati in occasione dell’evento La nostra prima , nella Giornata del Terzo Settore, sabato 18 maggio 2024: un momento conclusivo di incontro e condivisione che riunirà associazioni e istituzioni che di anno in anno rendono possibile l’impegno sociale del Teatro. La giornata vedrà la partecipazione, tra gli altri, degli Istituti Penitenziari di Parma, Associazione Vagamonde, Teatro Festina Lente, Centro Giovani di Baganzola, Teatro Migrante, UICI Parma, Associazione Ciac, Orchestra Pistapoci, Laboratorio FabLab.

PERCORSI DI ACCESSIBILITÀ CON L’UNIONE ITALIANA CIECHI E IPOVEDENTI

Nell’ambito delle iniziative legate all’accessibilità, RegioInsieme realizza, in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti UICI, Conversazioni musicali, ciclo di percorsi di introduzione all’opera rivolti a persone con deficit visivo, condotti da Laura Minto, con ascolti al pianoforte a cura di Milo Martani. Il primo appuntamento, lunedì 8 gennaio, condurrà il pubblico alla scoperta dell’opera inaugurale della Stagione, Il barbiere di Siviglia, e vedrà la partecipazione di Roberto Tagliavini, interprete di Don Basilio, nell’ambito delle iniziative del Manifesto Etico; l’incontro dell’11 marzo sarà dedicato a L’elisir d’amore e quello del 13 maggio a Tosca. Sarà dedicato al pubblico di UICI il percorso che introdurrà la recita di Turandot. Enigmi al museo del 13 aprile, aperto a bambini e famiglie che saranno accompagnati alla scoperta del teatro e del suo dietro le quinte con la possibilità di assistere allo spettacolo attraverso il supporto di audioguide che trasmetteranno l’audiodescrizione dell’opera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regioinsieme 2024: inclusione, accessibilità, formazione, condivisione

ParmaToday è in caricamento