rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

"Ricoveri per Covid in aumento ma nulla di paragonabile a due anni fa"

Sandra Rossi, direttrice dell'Emergenza-urgenza e primario della Rianimazione al Maggiore: oggi i pazienti ricoverati sono circa 300, nel 2020 siamo arrivati a gestirne contemporaneamente 750

"La pressione in ospedale sta aumentando, ma nulla di paragonabile a 2 anni fa, quando i ricoverati per Covid erano 750 contro i 300 di adesso. La malattia oggi è molto più gestibile". Così Sandra Rossi, direttrice dell'Emergenza-urgenza e primario della Rianimazione al Maggiore, che fa capire come oggi la situazione sia molto diversa rispetto al 2020.  

Si teme un ritorno al 2020?

"Mi auguro che non si ritorni a quel periodo e onestamente non lo credo, sperando di non sbagliarmi. Di certo la pressione sta notevolmente aumentando. Il numero dei tamponi positivi sta aumentando in maniera esponenziale ed è un momento in cui i ricoveri legati alle positività Covid sono arrivati a circa 300 pazienti distribuiti tra il Covid Hoispital del Barbieri, la clinica Pneumologica, la Rianimazione, la terapia subintensiva e le malattie infettive. Aumentando i ricoveri cresce anche la possibilità di scontrarsi con casi gravi che finiscono col ricovero in Rianimazione. Negli ultimi 10 giorni abbiamo rimodellato il nostro sistema".

Come?

"Abbiamo aperto letti di terapia intensiva pediatrica destinati al Covid. In più altri posti letto sono stati aperti in terapia intensiva post operatoria. Così oggi abbiamo una trentina di posti letto complessivi in più. Un grande cambiamento per contrastare l'emergenza pandemica".

La situazione è diversa dunque rispetto a due anni fa?

"Quella del 2020 è stata una catastrofe. Siamo stati investiti da una malattia che non conoscevamo e da un numero di pazienti che abbiamo fatto fatica a gestire. Il nostro ospedale era di fatto diventato un ospedale solo per malati Covid. Su mille letti, 750 ospitavano malati di Coronavirus. Oggi non è più così. La situazione è diversa: stiamo tenendo aperte sia la linea per i pazienti Covid sia quella per i pazienti che arrivano in Pronto soccorso con altre patologie. Gli stessi interventi chirurgici vanno avanti. Per cui anche se adesso abbiamo 300 ricoverati per Covid, non è nulla di paragonabile ai 750 di 2 anni fa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ricoveri per Covid in aumento ma nulla di paragonabile a due anni fa"

ParmaToday è in caricamento