rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Rinnovo il contratto aziendale Bormioli Pharma: salario, diritti espansivi e relazioni industriali innovative

FILCTEM CGIL e FEMCA CISL: "Un'intesa senza precedenti che punta a far avanzare l’ecosistema Bormioli Pharma con un concreto rilancio sia in termini economici che normativi"

Un grande applauso ha suggellato la firma dell’ipotesi di rinnovo del contatto aziendale in Bormioli Pharma al termine dell’assemblea svolta il 5 ottobre scorso nella sede centrale di Parma, in modalità mista tra presenza e videoconferenza, che ha registrato un'ampia partecipazione di dipendenti, tutti impiegati.

L’accordo è giunto dopo una trattativa di circa 5 mesi, densa di momenti di confronto costruttivo tra le parti, che tuttavia hanno saputo trovare la sintesi in un accordo di rinnovo aziendale che, secondo FILCTEM CGIL e FEMCA CISL, pone al centro un rilancio concreto sia in termini economici che normativi dell'“ecosistema” Bormioli Pharma sede centrale.

Nello specifico, le novità introdotte vedono un montante economico nel triennio legato al premio di risulato aumentato del 30% rispetto al precedente integrativo per ogni dipendente, con la possibilità di utilizzare tali cifre anche su piattaforma dedicata al welfare; quote economiche annuali a favore dei figli dei dipendenti a sostegno delle rette scolastiche dal nido all’Università, oltre al raggiungimento del 100% della retribuzione ad integrazione alla maternità facoltativa per il primo mese ed un importante gettone economico a sormonto delle quote Inps per i successivi sei mesi.

A ciò si aggiunge una ulteriore importante quota fissa e consolidata nel triennio caricata sulla piattaforma welfare aziendale a dipendente, oltre all'aumento del buono pasto alla cifra più alta detassabile, contestuale ad una maggiore copertura e stabilizzazione delle mense aziendali.

Grande soddisfazione per le RSU Massimo Cocconcelli e Emanuel Pilotti, protagonisti dal primo minuto della trattative e del confronto con la direzione aziendale, non solo per i vantaggi economici raggiunti a favore dei colleghi ma anche per le intese su miglioramenti normativi importanti, tra cui l’aver garantito ai lavoratori neoassunti la piena applicabilità del contratto aziendale dal primo giorno di lavoro in azienda, cambiando il paradigma che vedeva i nuovi ingressi vedersi riconosciute alcune condizioni economiche solo dopo 12 mesi di anzianità, oltre all’introduzione di un innovativo sistema di relazioni sindacali, che vedrà azienda e RSU discutere nel corso del triennio di argomenti come smart mobility, team building sociale e volontariato.

Grande attenzione inoltre è da porre al capitolo “Statuto alla persona” dove l’azienda ha ritenuto possibile nel corso della vigenza contrattuale di risedersi al tavolo per trovare le intese anche sul tema della formazione, tutela e rilancio del "capitale umano" con l’ambizione di costruire un percorso condiviso virtuoso per nuove e proficue relazioni industriali.

Davide Doninotti (FILCTEM CGIL) e Germano Giraud (FEMCA CISL), i sindcalisti che hanno affiancato le RSU durante la trattativa, si dicono a loro volta molto soddisfatti: “Abbiamo creato una piattaforma ambiziosa e siamo consapevoli che il risultato finale raggiunto ha posto un precedente in termine di contrattazione di secondo livello nel gruppo. Grazie a questo accordo miglioriamo concretamente la vita dei lavoratori interessati. Riconosciamo alla direzione di Bormioli Pharma la volontà di seguirci in percorsi nuovi ma necessari per valorizzare le alte relazioni sindacali, nella volontà di trovare soluzioni condivise che rendano i dipendenti orgogliosi di lavorare all’interno della multinazionale con headquarter a Parma".

Nel rinnovo ottenuto si sono inoltre consolidate e rilanciate le precedenti intese, senza scambi di sorta dunque, a dimostrazione che tra sindacato e controparte aziendale può esserci, nel rispetto del ruolo e delle parti, la capacità di trovare intese in grado di rilanciare il tessuto industriale di un territorio passando dalla valorizzazione dei lavoratori dipendenti.

Al termine dell'assemblea, che ha approvato con il 100% dei voti a favore la piattafoma, lavoratrici e lavoratori hanno espresso a loro volta apprezzamento alle RSU per l'ottimo risultato raggiunto a favore di tutti e tutte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovo il contratto aziendale Bormioli Pharma: salario, diritti espansivi e relazioni industriali innovative

ParmaToday è in caricamento