Riparte il progetto Giocampus Scuola in Provincia

Conferenza stampa a Palazzo Giordani con: Tassi Carboni, Volta, i Sindaci e altri esponenti dei Comuni di Fontevivo, Montechiarugolo, Polesine Zibello, Solignano, Sorbolo Mezzani, Torrile, Traversetolo, Busseto e degli istituti comprensivi

Riparte tra ottobre e novembre il progetto Giocampus Scuola in Provincia, un fiore all’occhiello dell’educazione “made in Parma” attivo, oltre che nei 28 plessi del Comune di Parma, anche in 8 differenti Comuni della Provincia: Fontevivo, Montechiarugolo, Polesine Zibello, Solignano, Sorbolo Mezzani, Torrile, Traversetolo, Busseto.

Obiettivo: diffondere sempre più nelle nuove generazioni i principi dei corretti stili di vita e l’educazione al benessere.
Saranno circa 2.000, suddivisi in 11 plessi scolastici, gli alunni delle scuole primarie del Parmense che beneficeranno di 30 ore l’anno di attività motoria in palestra e 10 ore l’anno di educazione alimentare - ambientale. Da ottobre a maggio il progetto affianca docenti e alunni con figure professionali competenti in educazione alimentare, ambientale e motoria, mettendo a disposizione professionisti e strumenti per arricchire le conoscenze e le abitudini ad una corretta qualità della vita dei bambini e delle famiglie.

L’iniziativa è stata presentata oggi in Provincia dal Delegato provinciale alle Pari Opportunità e Diritti civili Alessandro Tassi Carboni, Elio Volta coordinatore del progetto Giocampus, il consigliere regionale Massimo Iotti, i sindaci Nicola Cesari (Sorbolo Mezzani), Tommaso Fiazza (Fontevivo), Lorenzo Bonazzi (Solignano), il vice sindaco di Busseto Gianarturo Leoni, gli assessori Giorgio Faelli di Torrile e Brunella Mainardi di Polesine Zibello, Francesca Azzoni dell’Istituto comprensivo di Montechiarugolo.

“Siamo particolarmente soddisfatti del progetto Giocampus in Provincia, che raggiunge i Comuni del territorio provinciale grazie ad una sinergia pubblico – privato di grande valore, con l’impegno sia economico che progettuale di tutte le singole amministrazioni comunali, col contributo della Regione Emilia-Romagna e col supporto del Comitato scientifico di Giocampus e dell’Università” commenta il Delegato Tassi Carboni.

“Ogni momento educativo interno al progetto Giocampus vuole essere, sia per il singolo sia per il gruppo classe, un momento di gioco e di divertimento che porti i bambini ad acquisire quel bagaglio di conoscenze ed esperienze motorie utili per costruirsi un futuro più sano e dinamico – spiega Elio Volta coordinatore del progetto Giocampus - Anche nell’ambito dell’educazione alimentare docenti e bambini delle classi seguono un percorso a tappe costituito da una parte teorica ed una pratica - laboratoriale basata sul gioco ed affidata a delle unità didattiche espressamente create e distribuite ad ogni bambino.”

Lo Staff degli Istruttori Giocampus che quotidianamente affianca le docenti curricolari è composto da professionisti laureati in Scienze motorie per quel che riguarda la parte di educazione fisica, mentre per l’ambito dell’educazione alimentare e alla sostenibilità è formato  da figure professionali denominate “Maestri del Gusto” che hanno una formazione accademica in Scienze Gastronomiche o Scienze e Tecnologie alimentari, coordinate da Madegus, lo spin-off universitario dedicato all’educazione alimentare.

Nelle due ore settimanali di educazione fisica, i Maestri del Movimento affiancano e supportano le docenti curricolari con proposte in linea tanto con i programmi ministeriali quanto con le linee guida dettate dal Comitato Scientifico di Giocampus, l’organo di valutazione, sorveglianza e validazione scientifica che sovraintende a tutte le attività educative del progetto Giocampus. Linee guida che ben si esplicano nella modalità educativa del “learning by doing” e del “learning by playing”, ovvero l’imparare facendo e l’imparare giocando.

Tutte le diverse progettualità legate al mondo Giocampus (Giocampus Scuola, Giocampus Scuola in Provincia, Giocampus Neve, Giocampus Estate e Giocampus Insieme) sono basati su una metodologia e una validazione scientifica rigorosamente vagliata e aggiornata. Ciclicamente l’equipe di professionisti che compone il Comitato Scientifico propone e promuove nuove ricerche scientifiche volte sia a validare la metodologia Giocampus, sia ad aprire nuovi scenari e filoni di indagine riguardo alla salute e agli stili di vita dei bambini.

IL CONCORSO
Come da tradizione anche quest’anno Giocampus propone a tutte le scuole primarie un concorso che, dopo aver toccato negli scorsi anni le tematiche dell’inclusione e della metodologia didattica della fiaba motoria, per il 2019/2020 porterà le classi interessate a confrontarsi sul tema dei “giochi da cortile” o, comunque sull’attività motoria in spazi destrutturati come aule, corridoi o altro. Idea questa nata dalla volontà di abituare bambini, insegnanti e Istruttori Giocampus a sfruttare tutte le occasioni possibili per educare in maniera interdisciplinare al movimento. Durante il Giocampus Day 2020 che si terrà nella seconda metà del mese di Maggio 2020 verranno quindi premiate quelle classi che avranno prodotto un gioco o una serie di giochi sul tema assegnato che saranno risultati attuabili, coinvolgenti ed inclusivi.

SOSTENITORI
Per il 2019/2020 l’Alleanza Educativa di Giocampus si potrà avvalere del sostegno di:
Comune di Parma,  Università di Parma, CONI – Comitato Regionale Emilia Romagna, Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna, Cus Parma asd, Barilla, Fondazione Cariparma, Parmacotto, Parma Calcio 1913, Studio ortodontico Cocconi, Studio dentistico Fava, Studio dentistico Contardo, Chiesi farmaceutici, CFT – Leaders Innovate, Gruppo Iren, Ricrea – Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio, Ilger.com, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma, Pizzarotti costruzioni, Unione Parmense degli Industriali, Dallara Academy, Flo, Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, Centro medico diagnostico MediSaluser, Turbocoating, Comitato Italiano Paralimpico – Comitato regionale Emilia Romagna, L’Isola d’oro conserve ittiche, Ocme, Reale Mutua – Agenzia Coscelli&Fornaciari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento