menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Secondo, mancano i medici: 118 sospeso per nove notti

Tra il 12 ed il 30 luglio il servizio di automedica non sarà garantito

Nelle notti tra il 12 ed il 30 luglio non sarà garantito il servizio di automedica del 118 per mancanza di medici. Il servizio di emergenza, che da anni parte dalla sede della Croce Rossa di San Secondo, per nove notti, non potrà essere attivati in caso di emergenza. La situazione è delicata e riguarda anche altri Comuni della Bassa, da Roccabianca a Sissa-Trecasali. 

Fabio Rainieri della Lega nord chiede al governo regionale, con un’interrogazione, di assicurare anche a luglio il servizio dell’automedica del 118 nei comuni parmensi di San Secondo, Roccabianca, Fontanellato, Sissa Trecasali, Soragna e Polesine Zibello.

A causa, spiega il consigliere, “della mancanza di personale medico nell’ambito dell’emergenza-urgenza dal 12 al 30 luglio, dalle 20 alle 8, in quest’area del territorio parmense (Bassa) non sarà attivo il servizio di auto medica”. L’Ausl di Parma, evidenzia il leghista, ha invece “l’obbligo di garantire su tutta la provincia la presenza di personale medico con profilo professionale idoneo all’emergenza territoriale con auto medica”. Una situazione, quella della carenza di sanitari, rimarca Rainieri, che sta creando problemi ai medici operativi, che “sarebbero costretti a turni massacranti”. Rainieri chiede quindi vengano ricercate soluzioni anche per risolvere il problema del personale in sanità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento