Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Sanità, la Regione chiude in pareggio i bilanci 2023 delle aziende

E per il 2024 a disposizione 9,8 miliardi. A Parma 819.527.000 di cui 743.259.000 euro all'Ausl e 76.268.000 euro al Policlinico

Chiusi "in pareggio" i bilancio 2023 delle Aziende sanitarie. E oltre 9,8 miliardi di euro a disposizione per il 2024, di cui 9,6 sono risorse nazionali. Sono i conti della sanità dell'Emilia-Romagna, che la Giunta Bonaccini ha presentato questa mattina in commissione in Regione. In particolare, degli oltre 9,6 miliardi di euro previsti dallo Stato per il 2024, poco meno di otto miliardi vanno alle Aziende sanitarie secondo 332 indicatori di programmazione e i restanti 1,7 miliardi saranno distribuiti dalla Regione sulla base di specifiche azioni vincolate, nonché per il finanziamento degli oneri per i rinnovi contrattuali del personale dipendente e convenzionato previsti dalla legge di bilancio 2024. Nel dettaglio, le risorse tra le aziende sanitarie a Parma saranno di 819.527.000 di cui 743.259.000 euro all'Ausl e 76.268.000 euro al Policlinico.

Le linee per la programmazione finanziaria 2024 della sanità regionale saranno approvate in Giunta oggi pomeriggio. Si tratta però ancora di "stime", è stato spiegato oggi in commissione, peraltro "in continuità con il 2023", perchè in Conferenza Stato-Regioni "non è ancora stata raggiunta un'intesa su questo finanziamento". I 9,6 miliardi sono calcolati in base al numero di residenti. La Regione per questo chiede al Governo "un incremento dei fondi per i maggiori costi che dovranno sostenere le aziende nel 2024", a causa degli aumenti ad esempio della spesa farmaceutica (150 milioni in più) e dei costi per i rinnovi contrattuali del personale assunto negli ultimi anni (600 milioni di euro). Questo aumento di spesa, sostiene la Regione, "non è compensato da un analogo incremento del finanziamento a livello nazionale, dobbiamo intervenire con risorse regionali straordinarie".(SEG

La Lega difende però l'operato del Governo nazionale, che per il 2024 "ha stanziato più risorse rispetto al 2023, cinque miliardi in più a livello nazionale, che si traducono in più di 400 milioni a livello regionale". Quanto ai bilanci delle Aziende sanitarie, il Carroccio rileva che "i conti sono in equilibrio" per il 2023, ma per arrivarci la Regione ha dovuto fare "stanziamenti straordinari. Ad aprile sono stati spesi nove milioni di euro", ricordano i leghisti. Anche Fdi richiama l'aumento di risorse statali "mentre per mesi la sinistra aveva raccontato il contrario". Anche sui bilanci 2023 delle aziende "si affermava il contrario, si diceva che mancavano risorse". Per Emilia-Romagna Coraggiosa, invece, "non c'è la copertura totale per l'incremento del personale sanitario, i pezzi del puzzle vengono incastrati in modo forzato. Le risorse nazionali risultano insufficienti rispetto alla domanda di salute dei cittadini". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la Regione chiude in pareggio i bilanci 2023 delle aziende
ParmaToday è in caricamento