Santa Lucia nei reparti dell’Ospedale dei bambini

L’associazione Impronte nell’anima mantiene viva la tradizione parmigiana della santa che porta doni a tutti i bambini, anche in Ospedale

E’ proprio lei, in carne ed ossa, che con un sorriso smagliante consegna un regalo a tutti i bambini. Questo pomeriggio all’Ospedale dei bambini si è presentata proprio Santa Lucia, la santa amata dai parmigiani che rinnova la tradizione di portare un dono ai bimbi buoni. Doveva venire con l’asinello ma la neve caduta nella notte ha impedito il trasporto del suo mezzo di locomozione. Ma i regali, quelli sì, sono arrivati, uno per ogni bambini che incontrava. 

La piacevole iniziativa all’Ospedale dei bambini è stata organizzata dall’associazione Impronte nell’anima che, insieme a Recue Dog, porta avanti progetti di Pet Therapy in Ospedale.

“E’ un progetto in cui crediamo molto quello di portare la pet therapy ai bambini ricoverati tanto che lo finanziamo con risorse nostre dell’associazione e con il sostegno degli amici”, così spiega la loro presenza nei reparti pediatrici il neo presidente Gianmario Corradini che ha raccolto l’eredità da Marta Viappiani, prima e convinta sostenitrice del progetto. Con i volontari dell’associazione anche la vicepresidente Elisabetta Testi e i volontari di Rescu Dogs con il responsabile tecnico Jair Zurolo che si sono improvvisati aiutanti di Santa Lucia. E mentre loro distribuivano giochi le volontarie di Impronte nell’anima hanno organizzato un laboratorio nella saletta biblioteca del terzo piano volto a far conoscere il valore e l’importanza degli animali come migliori amici dell’uomo. Con loro la coordinatrice infermieristica della Pediatria generale e della Clinica Pediatrica Claudia Marcatili che li ha ringraziati a nome dei piccoli pazienti.

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

  • Le contraddizioni del decreto: zona arancione con più limitazioni della zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento