rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Attualità

Sciopero del trasporto pubblico il 16 settembre: autobus a rischio tra le 15 e le 23

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro indicono 8 ore di stop a causa "delle reiterate aggressioni a conducenti, controllori, capistazione, addetti a traghetti e vaporetti, registrate su tutto il territorio nazionale negli ultimi mesi”

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro indicono 8 ore di stop a causa "delle reiterate aggressioni a conducenti, controllori, capistazione, addetti a traghetti e vaporetti, registrate su tutto il territorio nazionale negli ultimi mesi”

Venerdì 16 settembre di ferma anche a Parma il trasporto pubblico locale dopo lo stop di venerdì scorso del comparto ferrovie. A proclamare unitariamente lo sciopero di 8 ore Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl autoferro, “in considerazione delle violente e reiterate aggressioni a conducenti, controllori, capi stazione, addetti a traghetti e vaporetti, registrate su tutto il territorio nazionale negli ultimi mesi”.

La mobilitazione riguarda il grave fenomeno delle aggressioni al personale che opera front line, come autisti, addetti alle biglietterie, verificatori di titoli di viaggio. I sindacati sottolineano di dover scioperare "di fronte a una situazione intollerabile, su cui bisogna intervenire subito. A tutt’oggi non si è registrato alcun intervento a tutela del personale da parte dei datori di lavoro e neanche da parte del legislatore, con specifici provvedimenti indirizzati a prevenire e scoraggiare le aggressioni al personale dei mezzi pubblici. Servono provvedimenti immediati, in assenza dei quali continueremo con forza a rivendicare la tutela di lavoratori e lavoratrici del trasporto pubblico locale".

Anche nella nostra provincia i lavoratori del trasporto pubblico hanno vissuto e vivono questa problematica, che riguarda non solo aggressioni al personale, ma anche episodi di disturbo effettuati in prossimità del transito degli autobus e nei pressi delle fermate. Questo nonostante già nei mesi scorsi su richiesta delle organizzazioni sindacali e delle RSU di Tep SpA si sia tenuto un tavolo in Prefettura sul tema della sicurezza, non solo a tutela dei lavoratori ma anche dei cittadini. 

Sciopero dei trasporti venerdì 16 settembre: autobus a rischio tra le 15 e le 23 

Le corse potranno subire cancellazioni tra le 15.00 e le 23.00. Lo sciopero, proclamato nel rispetto delle fasce di servizio garantite ex Lege 146/90 sulla tutela dei diritti della persona costituzionalmente assicurati e successive modificazioni, verrà effettuato nella giornata di venerdì 16 settembre 2022 con le seguenti modalità:

Servizio Urbano

Dalle ore 15.00 alle ore 23.00

Le corse per le quali è prevista la partenza entro le ore 15.00 devono essere completate fino al capolinea urbano opposto.

Servizio Extraurbano

Dalle ore 15.00 alle ore 23.00

Le corse per le quali è prevista la partenza entro le ore 15.00 devono essere completate fino ai capolinea; sono peraltro effettuate le sole corse in partenza dai capolinea entro le ore 15.00.

Personale impianti fissi

Intera giornata di lavoro, fatta salva la presenza del personale indispensabile a garantire la sicurezza e la regolarità del servizio nelle fasce garantite.

Le autolinee in esercizio potranno subire annullamenti di corse dalle ore 15.00 alle 23.00.

Si segnala che in occasione dei precedenti scioperi proclamati dalle sigle sindacali di cui trattasi, l’adesione è stata del 95%.

Eventuali chiarimenti sugli orari dei servizi di cui sopra possono essere richiesti alle biglietterie ed al n. 840 22 22 22.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero del trasporto pubblico il 16 settembre: autobus a rischio tra le 15 e le 23

ParmaToday è in caricamento