menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sciopero sanità privata a Parma, altissima partecipazione"

FP CGIL Parma, inascoltata la richiesta di riaprire il confronto sul CCNL scaduto da 12 anni

È stata altissima la partecipazione del personale del comparto sanità privata allo sciopero unitario proclamato per la giornata odierna per il rinnovo del CCNL. Il settore a Parma annovera alcune importanti realtà come il Centro Cardinal Ferrari e il Don Gnocchi, dove si è registrata un'adesione alla mobilitazione intorno all'80%. Molto partecipati anche i due presìdi territoriali, sia a Fontanellato che davanti alla clinica Città di Parma.

Palpabile la preoccupazione e l'indignazione delle lavoratrici e dei lavoratori che tutti i giorni si impegnano per la salute dei cittadini pur in assenza di un rinnovo contrattuale atteso da ben 12 anni, situazione che, come sottolineato dalla segreteria provinciale FP CGIL, ha trovato l'attenzione e la solidarietà di molti cittadini e pazienti, nonostante i disagi che inevitabilmente lo sciopero ha provocato.

La FP CGIL segnala anche come la richiesta, volta a sollecitare lo sblocco della vertenza sul CCNL, che le rappresentanze sindacali hanno fatto alla dirigenza della Città di Parma (la quale esprime sul territorio una delle controparti coinvolte nel rinnovo contrattuale), sia rimasta totalmente inascoltata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento