rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Attualità

Scuola, l'Ue: "Fate come Parma, esempio per il risparmio energetico"

L'assessore alla sostenibilità ambientale: "L'obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2 del 60% entro il 2030"

Parma è tra gli esempi che la Commissione europea cita tra le città che fanno parte della Missione 100 città a impatto climatico zero entro il 2030. Il comune, sottolinea la Commissione in un documento esplicativo del Piano per la riduzione della domanda di gas "ha già raggiunto il 55% di risparmio energetico migliorando le prestazioni energetiche di tutti gli asili nido comunali e di 20 scuole. Entro il prossimo decennio tutte le scuole comunali vedranno interventi di efficientamento". Un traguardo insieme e un auspicio che il nuovo assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità con delega a Sostenibilità Ambientale ed Energetica Gianluca Borghi, ha così commentato. "Il riconoscimento dell’Europa è importante, ci spinge a fare ancora di più. E' stato prioritario per la città di Parma in questi anni investire sull’efficientamento energetico delle scuole - precisa Borghi -. Cinquanta edifici sono stati coinvolti, in termini di sicurezza dal punto di vista della vulnerabilità sismica, per quanto riguarda gli involucri e gli impianti fdi sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili. In termini di sostituzione dei corpi illuminanti delle caldaie. Tutto questo anche attraverso lo strumento di pianificazione approvato dal consiglio comunale del 2021 che, nello stesso tempo, ha ribadito la volontà della città di intervenire per andare a realizzare scuole sostenibili guardando lo scenario di raggiungimento energetico di tutte le scuole di Parma entro il 2030. E' un impegno che finalmente viene riconosciuto anche formalmente, continueremo anche grazie a tutto il personale dell’amministrazione comunale e, ovviamente, anche delle scuole che hanno sostenuto in questi anni qualche piccolo disagio per i cantieri in corso perché si tratta evidentemente di parte importante dell’obiettivo primario che mira ad ottenere una riduzione delle emissioni di CO2 al 60% entro il 2030".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, l'Ue: "Fate come Parma, esempio per il risparmio energetico"

ParmaToday è in caricamento