Attualità

Selip Spa: riconoscimenti economici per i dipendenti che investono sulla propria istruzione

FILCTEM CGIL e FEMCA CISL siglano le intese di un integrativo coraggioso per rilanciare le buone relazioni industriali in un momento difficile

Accade in un piccolo Comune della provincia di Parma, Fontanellato, di siglare un accordo aziendale che in questo difficile 2020 risulta particolarmente innovativo e coraggioso.

In occasione del rinnovo contrattuale della Selip Spa, azienda che produce contenitori in vetroresina, con una capacità occupazionale di oltre una cinquantina di lavoratori a Fontanellato ed altrettanti ad Ariccia, FILCTEM CGIL e FEMCA CISL provinciali hanno preserntato una piattaforma che mette al centro delle intese l’accrescimento culturale, la formazione tecnica ed elementi premianti volti al miglioramento della cultura della sicurezza.

Il CCAL Selip Spa prevede infatti, tra le varie novità, che tutti i lavoratori che intendono iniziare un percorso scolastico, di qualunque livello che sia collegato direttamente o indirettamente alla vita lavorativa aziendale, si vedano riconosciuta, al conseguimento del titolo di studio, una quota economica come superminimo “non assorbibile” mensile sui minimi salariali come riconoscimento ed incentivazione alla propria formazione personale.

Corso di lingue, diploma di scuola primaria e secondaria, laurea o master i percorsi citati nell’accordo ed oltre a questo, sono state concordate ulteriori 50 ore al diritto allo studio rispetto a quanto definito dal contratto nazionale della gommaplastica.

Soddisfatti Davide Doninotti della FILCTEM CGIL e Germano Giraud della FEMCA CISL, che commentano: "Questo è il modello industriale e sindacale che come categorie proviciali stiamo perseguendo da tempo, la formazione dell’individuo al centro della vita lavorativa. Abbiamo trovato le condizioni anche grazie alle buone relazioni sindacali con la direzione Selip, per un accordo che ci auspichiamo sia solo il primo di tanti del suo genere".

Ma non è tutto, all’interno del contratto aziendale oltre ai “normali” premi variabili si è sancita anche una valorizzazione economica per tutti quei lavoratori che conccorrono insieme alla azienda a migliorare l’ambiente di lavoro attraverso lo strumento del “Near Miss”, volto a migliorare prima di tutto la cultura della sicurezza.

È prevista anche la sperimentazione di uno smart working vero, dove il lavoratore che sceglierà volontarimanete la modalità di lavoro agile avrà accesso ad un supporto tecnico da parte della azienda per svolgere le sue attività da remoto, definendo inoltre il diritto alla disconnesione, pause e orario di lavoro, flessibile ma non in contrasto con quanto definito dal CCNL gommaplastica. I buoni pasto, nell’arco della vigenza contrattuale, sono stati elevati al massimo detassabile.

Si è definito inoltre che nel caso in cui, causa divieti materia di assembramenti, non sarà possibile svolgere le assemblee sindacali in presenza, sarà garantito anche in questa drammatica situazione pademica il riconoscimento economico nel caso le assemblee vengano svolte fuori orario di lavoro in videoconferenza.

“In un momento di grande difficoltà per tutti - concludono Doninotti e Giraud - abbiamo provato a dare una risposta contrattuale che guarda con speranza il futuro. Questa è la strada giusta sulla quale insistere, sindacato e impresa ognuno per il proprio ruolo ma nella volontà comune di arrivare di pari passo ad un industria ed una società 4.0".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selip Spa: riconoscimenti economici per i dipendenti che investono sulla propria istruzione

ParmaToday è in caricamento