rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Attualità

Shoah, il Viaggio della Memoria: 90 studenti parmigiani visiteranno i lager

Si parte con destinazione Norimberga

Conoscere la storia visitando i luoghi simbolo delle tragedie del '900: i lager nazisti di Auschwitz e Dachau, la foiba di Basovizza, Marzabotto, Cracovia, Lione 'capitale della Resistenza francese', Monaco e Norimberga per riflettere sul processo di denazificazione nella Germania del 1945, Amsterdam città di Anna Frank e Strasburgo "cuore dell'Unione europea". Dopo la sospensione dovuta agli anni della pandemia, grazie all'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna riprendon o i "Viaggi della Memoria e attraverso l'Europa". Nel 2024, 2.800 studenti emiliano-romagnoli parteciperanno al progetto regionale che consente agli studenti di partecipare a viaggi di studio. I progetti approvati, proposti da Istituti Storici, scuole e Comuni, sono 28: uno a Parma. Investimento complessivo di oltre 400.000 euro. "L'Assemblea legislativa investe risorse e intelligenze sui giovani: la scuola è fondamentale per trasmettere la memoria e il ricordo del passato della nostra comunità", spiega la presidente dell'Assemblea legislativa Emma Petitti che sottolinea come "la coincidenza con l'annuncio delle mete e dei partecipanti a questa edizione dei 'Viaggi della Memoria' avviene in coincidenza con il Giorno della Memoria, in cui commemoriamo le vittime della Shoah: vogliamo così confermare e rafforzare il nostro impegno per difendere i valori di libertà e di democrazia che stanno alla base della vita della nostra comunità".

Scorrendo l'elenco dei progetti approvati suddivisi per provincia, sono 137 gli studenti che da Piacenza partiranno alla volta di Berlino e Marzabotto, 90 studenti da Parma con destinazione Norimberga, 1.183 ragazze e ragazzi da Reggio Emilia per visitare Monaco nonché i lager nazisti di Auschwitz e Birkenau e per ripercorrere i "sentieri partigiani" dell'Appennino reggiano a Ventasso. Berlino, Budapest, Norimberga e Strasburgo saranno le mete dei 327 studenti modenesi, mentre i 213 bolognesi andranno a Cracovia, a visitare alcuni dei lager tedeschi, e a Palermo. Saranno 146 gli studenti ferraresi che parteciperanno alla nuova edizione dei Viaggi con destinazione Lubiana, Gorizia, le foibe di Basovizza, Trieste e Praga, mentre 358 ravennati si recheranno a Dachau, Lubiana, le foibe, la Risiera di San Sabba, Norimberga e Marzabotto. Fra le mete che saranno raggiunte dai 105 studenti e studentesse di Forlì-Cesena si segnalano Fiume, la foiba di Basovizza, Amsterdam, mentre da Rimini partiranno 156 studenti e studentesse per visitare Berlino, Trieste e Norimberga. Intanto, sempre nel Giorno della Memoria, ecco il podcast "Ero una violoncellista" realizzato dal Servizio informazione e comunicazione dell'Assemblea legislativa, racconta le storie di musicisti come Anita Lasker-Wallfisch che finirono nei lager. Il podcast raccoglie le musiche e i brani suonati, e con Roberto Franchini, autore del libro "L'ultima nota", e Moni Ovadia, ricostruisce il ruolo della musica nell'epoca della Shoah. "La musica nei campi di concentramento scandiva i tempi di vita e di lavoro dei prigionieri e delle guardie. L'orchestrina era insieme testimone e vittima", spiega Moni Ovadia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shoah, il Viaggio della Memoria: 90 studenti parmigiani visiteranno i lager

ParmaToday è in caricamento