rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

"Si balla abusivamente e senza controlli mentre i nostri locali sono ancora chiusi"

Ernesto Mendola, presidente del SILB-Fipe della provincia di Parma ha partecipato alla protesta davanti alla sede regionale della Rai

I presidenti provinciali del SILB-Fipe dell’Emilia Romagna si sono dati appuntamento questa mattina davanti alla sede regionale della RAI, a Bologna, insieme ad alcuni associati, per il presidio organizzato dal SILB in 12 capoluoghi di regione italiani.

“Ci siamo ritrovati per questa ennesima protesta – spiega Ernesto Mendola, presidente del SILB-Fipe della provincia di Parma - con l’obiettivo di consegnare ai giornalisti della tv di Stato il materiale raccolto nelle ultime settimane. Video e foto che confermano come, mentre i nostri locali da ballo sono ancora costretti a rimanere chiusi, si stia ballando dappertutto, abusivamente e senza controllo. Una situazione che ha abbondantemente oltrepassato il limite della nostra pazienza, ma anche quello della logica”.

Con questo presidio, Silb ha voluto accendere un faro su quello che sta succedendo nel settore dei locali da ballo: “le nostre imprese - denuncia Mendola - sono in ginocchio, con fatturati crollati a zero, i nostri dipendenti e collaboratori sono senza lavoro”.

Quella che stanno vivendo i gestori di discoteche e locali da ballo, ma anche tutti i professionisti del settore, dalle orchestre ai dj, dai ballerini agli addetti alla sicurezza, è un’agonia che dura ormai da 17 mesi. Senza una data per la riapertura, inoltre, non è possibile portare avanti una ricerca di personale o organizzare il lavoro: “siamo già nel pieno dell’estate – continua Mendola – quello che vogliamo è poter tornare a lavorare. Se i locali in regola sono fermi, l’abusivismo dilaga. I locali sanno gestire grandi flussi di persone, abbiamo protocolli e linee guida, siamo pronti”.

L’auspicio di Silb è che questo nuovo appello sensibilizzi il governo, nella speranza che arrivi il via libera dal Consiglio dei Ministri già mercoledì 7 luglio. “Ci sentiamo fortemente discriminati dalle scelte della politica – conclude Mendola – ancora una volta, siamo stati dimenticati
  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si balla abusivamente e senza controlli mentre i nostri locali sono ancora chiusi"

ParmaToday è in caricamento