"Siamo disabili al 100%: nella casa dell'Acer in cui viviamo da 3 anni piove dentro"

La testimonianza di B.S. e M.I., una coppia di giovani che vive in un alloggio popolare in Stradello delle Violette nel quartiere San Lazzaro

"Viviamo da tre anni in una casa popolare dell'Acer in cui continua a piovere dentro". Inizia così la testimonianza di B.S. e M.I., una coppia di giovani, entrambi disabili al 100% con accompagnamento. I due ragazzi, che hanno raccontato la loro storia a Parmatoday per denunciare pubblicamente la situazione di profondo disagio che stanno vivendo, vivono a Parma in Stradello delle Violette, vicino a via Sidoli, nel quartiere San Lazzaro.

"Vivo insieme alla mia compagna" - ci racconta B.S.- in un'alloggio popolare Acer. Da tre anni viviamo in questa 'casa', se così si può chiamare. Viviamo in condizioni di disagio a causa delle condizioni dell'abitazione. In particolare il lucernario della finestra del bagno è bloccato: la finestra non si può aprire ma ci piove dentro". I due ragazzi hanno chiesto l'intervento dell'azienda Casa Emilia-Romagna: i tecnici, secondo la loro testimonianza, sarebbero "venuti a visionare la situazione della casa per ben cinque volta. L'unica cosa che sono stati in grado di fare è stato siliconare la finestra, ma continua a pioverci in casa".

I due giovani disabili si sono rivolti all'Uffico Casa per chiedere il cambio di alloggio: "Ci è stato riferito che l'abitazione risulta ancora temporanea e per questo motivo non è possibile chiedere il cambio. Noi ci domandiano: quanto ancora dovremmo vivere in queste condizioni?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento