rotate-mobile
Attualità

La sharing mobility batte la pandemia: numeri in crescita per i noleggi di monopattini elettrici anche a Parma

L'iniziativa di BIT Mobility e Datafolio per portare la sicurezza nelle strade della città

La sharing mobility ha superato la pandemia e ha ripreso a crescere: nel 2021 i monopattini in condivisione hanno superato i valori del 2019 pre-Covid. In Italia sono 5.600.000 le iscrizioni ai servizi di mobilità condivisa, con 158 servizi di sharing attivi in 49 città (il triplo del 2015). Una crescita, quella dei noleggi giornalieri, che coinvolge anche le città della Regione Emilia-Romagna. Accanto a questo boom, si accompagnano altrettante iniziative sul fronte della sicurezza. A metterle in campo è BIT Mobility, azienda attiva nel campo della sharing mobility, presente con le sue flotte di mezzi elettrici nelle città di Parma e Piacenza.

Iniziative che guardano soprattutto ai più giovani, con l'obiettivo di sensibilizzare su quelle che sono le buone norme e le regole da rispettare per una mobilità sostenibile e sicura all'interno dei centri urbani. Va in questa direzione il progetto “My School is Unbitable”, che prevede momenti formativi all'interno delle scuole del territorio nei quali viene illustrato da parte di esperti il corretto utilizzo del monopattino, attraverso una lezione sugli errori da evitare e gli accorgimenti da osservare e successivamente attraverso una prova pratica. BIT Mobility è presente anche nelle piazze delle città in cui sono attivi i suoi servizi di noleggio, con stand informativi, distribuzione di materiale/gadget, svolgimento di quiz teorici sulle regole di circolazione dei mezzi e simulazione di un percorso con coni/cartelli stradali per un vero test/drive gratuito su strada.

Sicurezza, protezione dei dati e libertà sono invece le parole chiave di un'altra iniziativa che l'azienda lancia a livello nazionale. Dal 4 aprile, l’utente BIT Mobility avrà la possibilità di attivare con pochi cent/minuto una formula aggiuntiva rispetto all'ordinario servizio che garantirà copertura infortuni incluso spese mediche e diaria ospedaliera. Il tutto è frutto di una partnership con Datafolio, insurtech che offre coperture pay-as-you-go per tutte le forme di mobilità. 

BIT Mobility è il primo operatore italiano di sharing che fornirà questa tipologia di servizio. Il tutto con l'obiettivo di   rafforzare la qualità dell'esperienza a vantaggio dell'utente, favorendo la diffusione in sicurezza dei propri mezzi sul territorio di riferimento e aprendo la strada a nuove frontiere per il mondo della mobilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sharing mobility batte la pandemia: numeri in crescita per i noleggi di monopattini elettrici anche a Parma

ParmaToday è in caricamento