rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità

Stazione Unica Appaltante: approvata la convenzione

Approvati all’unanimità dal Consiglio provinciale nella seduta di stamattina rispettivamente la convenzione quadro e lo schema di protocollo. Approvate anche la programmazione scolastica e alcune delibere tecniche

il Consiglio Provinciale, nella seduta di stamattina, ha approvato all’unanimità la Convenzione quadro per la gestione del servizio di Stazione Unica Appaltante per il periodo 2023-2025.

“Si tratta di una deliberazione che impatta favorevolmente sui lavori di tanti piccoli Comuni – ha affermato la Delegata al Supporto ai Comuni Sara Tonini -  Oggi consolidiamo i buoni risultati del periodo sperimentale con una convenzione quadro che viene incontro alle necessità rilevate. In particolare per il Pnrr potranno avvalersi della Stazione unica appaltante provinciale anche i Comuni superiori ai 10 mila abitanti e gli enti privati, esterni alla PA, ma destinatari di fondi Pnrr. L’aumento del carico di lavoro per l’ufficio provinciale renderà necessaria l’assunzione di una ulteriore risorsa, il cui costo verrà ripartito anche sui Comuni.”

Il Consiglio ha quindi approvato all’unanimità lo schema di protocollo di intesa per la valorizzazione e sviluppo del Biodistretto delle Alte Valli della provincia di Parma, illustrato al Delegato alla Programmazione territoriale Friggeri. “Iniziamo così una collaborazione ufficiale col Biodistretto, per la rieducazione nelle scuole, la promozione della agricoltura bio e la definizione dei sistemi ecologici, attori chiave per la pianificazione territoriale – ha spiegato Friggeri – La promozione della biodiversità e dell’agricoltura biologica nelle nostre montagne é per la Provincia un asset strategico. Il nostro ruolo è quello di promuovere un coordinamento dei Comuni per l’entrata nel Biodistretto.”

Approvata all’unanimità anche la Programmazione territoriale in materia di offerta di istruzione e organizzazione della rete scolastica dal 2023/2024, illustrata da Sara Tonini, che ha anche la delega alla Programmazione scolastica. In programma nessun nuovo indirizzo, segno di una buona offerta a livello provinciale. La decisione è frutto anche di due incontri della Conferenza provinciale di Coordinamento.

Il Consiglio ha poi approvato all’unanimità alcune delibere tecniche, come le modifiche nel Regolamento del Consiglio provinciale per introdurre la convocazione e partecipazione in videoconferenza anche per l'Assemblea dei Sindaci, e poi la una modifica del Regolamento per la gestione del parco veicolare della Provincia, per sburocratizzare le procedure e prevedere la possibilità di geolocalizzazione, previo accordo coi sindacati.

Consenso unanime anche per l’adozione del Piao - Piano Integrato di Attività e Organizzazione 2023, illustrato dal vice segretario generale dott. Giudice, che prevede una maggiore integrazione degli strumenti di anticorruzione e trasparenza, con gli altri strumenti di operativi, come il Piano della performance, e indicazioni specifiche per il Pnrr. Unanimità, infine, per il rinnovo della convenzione per la gestione associata del servizio di Segreteria Generale tra la Provincia di Parma e la Provincia di Piacenza che prevede un impiego al 60% del dott. Terrizzi a Parma e un 40% a Piacenza.

Approvata invece con l’astensione della conigliera Chiussi (Gruppo Insieme per la Provincia di Parma), una variazione al Programma Triennale Lavori pubblici 2022-2024 ed elenco annuale 2022, illustrata dal Delegato Bertocchi, che vede lo spostamento di alcuni interventi al 2023, con un aggiustamento del programma, dovuto all’aumento dei prezzi di quest’anno.

Ha fatto registrare un unico voto contrario – quello della consigliera Chiussi - l’ottava variazione al Bilancio di Previsione 2022-2024 e l’aggiornamento del Dup - Documento Unico di Programmazione 2022-2024, illustrato dal Dirigente del Servizio Bilancio dott. Menozzi. Si tratta di aggiustamenti dovuti ad un aumento delle entrate (tra cui quelle, in controtendenza sugli ultimi anni, dei proventi dell’imposta sui trasporti), ad un aumento delle uscite (tra cui i capitoli del Personale, per recepire il rinnovo contrattuale), e a minori spese per le utenze

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Unica Appaltante: approvata la convenzione

ParmaToday è in caricamento