rotate-mobile
Attualità

Storie di migrazione dall’Emilia Romagna al mondo: primo incontro al complesso di San Paolo

Al primo appuntamento hanno partecipato numerosi utenti di Argento Vivo, l’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma

Si è svolto martedì 14 febbraio il primo incontro del progetto “MigrER – Storie di migrazione dell’Emilia Romagna al mondo”, ciclo di incontri per raccontare e condividere le storie straordinarie di chi ha scelto di lasciare l’Emilia Romagna e vivere in altre parti del mondo. Al primo appuntamento hanno partecipato numerosi utenti di Argento Vivo, l’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma da cui il progetto è nato, in collaborazione con la Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo. 

Il momento si è aperto con i saluti istituzionali di Alessandro Cardinali, membro della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, di Cristina Calidoni del Comune di Parma e di Francesco Mariani, Sindaco del Comune di Compiano.  

Ana Liza Serra e Diana Costantinescu (Regione Emilia Romagna) hanno, quindi, presentato le iniziative della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, con particolare riferimento al museo virtuale MigrER, che raccoglie narrazioni, documenti e preziose testimonianze delle migrazioni del passato e del presente ed è contrassegnato da un ricchissimo patrimonio di materiale iconografico e multimediale, liberamente consultabile. 

Sara Tambini, Assessora al Turismo del Comune di Compiano, ha fatto riferimento alla storia di migrazione girovaga degli Orsanti che, fra il Settecento ed il primo Novecento, partirono dall’Appennino emiliano per raggiungere tutta l’Europa, esibendo i loro animali ammaestrati: orsi, cammelli, dromedari, pappagalli, pecore e scimmie.  I rappresentanti del Comune di Compiano e del Centro Culturale Compiano Arte Storia, curatori della mostra Gli Orsanti per le strade d’Europa, hanno arricchito la narrazione con il loro prezioso contributo. La mostra, infatti, è stata realizzata all’interno dell’omonimo progetto co-finanziato dalla Consulta e, dopo molte tappe anche fuori dai confini nazionali,  è stata allestita nella Sala delle Colonne del Laboratorio Aperto ed è liberamente visitabile sino a sabato 18 febbraio (orari di apertura 10 – 18 e 15 – 19).  

Il ciclo di incontri, riservato agli utenti di Argento Vivo, proseguirà nei prossimi mesi con appuntamenti dedicati a storie di migrazione più antica e più recente, e con l’invito ai partecipanti a condividere, a loro volta, ricordi e testimonianze delle loro famiglie

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storie di migrazione dall’Emilia Romagna al mondo: primo incontro al complesso di San Paolo

ParmaToday è in caricamento