rotate-mobile
Attualità

Tep: dieci nuovi autobus autosnodati a metano per la linea 6

Oltre al centro città, serviranno i comuni di Collecchio, Sala Baganza, Felino e Fornovo

La flotta di trasporto pubblico si arricchisce di 10 nuovi autobus suburbani ibridi a metano autosnodati. Presentati nei giorni scorsi insieme al
Comune e alla Provincia di Parma nell’ambito dell’inaugurazione di un lotto di 25 nuove vetture, questi nuovi bus in particolare sono destinati alla linea 6 che raggiunge anche quattro comuni del territorio. I capolinea extraurbani saranno tappa oggi in una sorta di viaggio inaugurale che tra mattina e pomeriggio sta toccando tutte le località servite, a partire da Collecchio e proseguendo per Sala Baganza, Felino e infine Fornovo, per
condividere con gli abitanti della provincia la novità.

IMG_20231122_102950

LE CARATTERISTICHE
I nuovi bus sono frutto della collaborazione con la tedesca MAN. Questo modello Lion’s City, in particolare, è alimentato a metano e ha emissioni rientranti nei severi limiti Euro 6. Si tratta di mezzi con una capacità massima di 111 passeggeri, 53 dei quali possono usufruire di posti a sedere. Per la loro capienza sono idonei a servire le tratte e più utilizzate come è appunto la linea n. 6, che ospita in media oltre 8.000 passeggeri al giorno, coprendo un itinerario strategico che da via La Spezia raggiunge l'aeroporto, transitando accanto alle scuole di via Bixio, presso la stazione ferroviaria, il polo universitario di Veterinaria in via del Taglio e proseguendo in modo alternato verso le quattro località suburbane toccate oggi dal tour inaugurale. 

Questi veicoli, classificati come mild-hybrid, sono dotati di dispositivi che funzionano in modo del tutto analogo ai KERS della Formula 1: recuperano, cioè, l’energia di frenata, che il mezzo può poi utilizzare in accelerazione o per far funzionare dispositivi di bordo come l’aria condizionata o l’illuminazione interna, senza andare a impattare sulle prestazioni del motore termico e riducendo i consumi energetici fino all’8%. Con una lunghezza di 18 metri e 3 porte, questi autobus offrono non solo efficienza energetica, ma anche comfort e sicurezza. La qualità dell'aria a bordo è garantita grazie a un sistema di sanificazione tramite raggi UV. Inoltre, i passeggeri possono usufruire di 6 punti di ricarica con prese USB per dispositivi elettronici come smartphone e tablet. Il livello di sicurezza è ulteriormente potenziato da 6 telecamere di videosorveglianza che coprono l'intera estensione dell'abitacolo.

IMG_20231122_142417

L'investimento totale per l'acquisto di questi 10 autobus ammonta a 3,9 milioni di euro, di cui l80% è finanziato grazie al piano complementare al PNRR della Regione Emilia- Romagna.

LA FLOTTA A METANO DI TEP
Sono 118 i bus a metano nella flotta TEP (90 vetture ordinarie + 28 minibus). Già da tempo TEP ha annunciato il progetto di arrivare a utilizzare su tutte le linee suburbane, quelle cioè che partendo dalla città hanno raggiungono capolinea nella prima cintura extracittadina, con vetture alimentate a gas naturale, aumentando nel contempo la capacità di trasporto grazie all’acquisto di nuovi bus snodati che hanno una capacità decisamente superiore
rispetto alle vetture più corte. Ciò permetterà di offrire servizi più confortevoli anche in orario di punta e sulle tratte più frequentate (in genere, quelle in corrispondenza degli orari di entrata e di uscita dalle scuole). Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda ha intrapreso anche un piano di riorganizzazione delle officine e degli impianti di rifornimento, riducendo quelli dedicati a veicoli diesel e potenziando invece le strutture
dedicate all’alimentazione e alla manutenzione dei bus autosnodati. 

NUOVI BUS A METANO PER LA PROVINCIA
L’acquisto di bus a metano destinati alle tratte extraurbane proseguirà nel 2024. Già per la prossima primavera è previsto l’arrivo di 7 nuovi bus interurbani lunghi 12 metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tep: dieci nuovi autobus autosnodati a metano per la linea 6

ParmaToday è in caricamento