rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Terza dose del vaccino, parmigiani scettici: "Quante altre ne dovremo fare?"

Le voci dei cittadini sull'eventuale introduzione della terza vaccinazione, allargata a tutta la popolazione

Terza dose si o terza dose no? E' questo l'argomento che, in questi giorni, sta dividendo l'opinione pubblica e i commentatori politici. Dopo le dichiarazioni di ieri del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini - che sostiene che la terza dose "sarà inevitabile per tutti o quasi" - il dibattito si è arricchito di nuove voci. Abbiamo raccolto l'opinione di una cinquantina di parmigiani - di diverse età e professioni - sul tema della terza dose. Il quadro, seppur chiaramento relativo, che ne è uscito è quello di un sostanziale scetticismo rispetto alla somministrazione della terza dose per tutta la popolazione. Se diverse persone si sono dette disposte a farlo - nel caso diventasse obbligatorio per poter mantenere il Green pass - molti degli intervistati pongono dei dubbi.

"Mi chiedo quando finirà: tra la terza dose e le nuove variati - come la Delta plus - mi chiedo solo quando ci fermeremo. Io ho fatto regolarmente le prime due dosi: ho avuto pochi effetti collaterali: però ora la terza per tutti. Non so: avevo capito che dovesse essere riservata alle persone in condizione di fragilità: invece ora sembra certo che tutti i cittadini saranno chiamati a farla. Resta da capire se sarà legata al Green pass: se così la farò ma sicuramente non è per me auspicabile".

"Terza dose per tutti? Io ho i miei dubbi: vanno bene la prima e la seconda dose ma ora la terza. Poi verrà la quarta e via dicendo? Spero trovino una soluzione per una vaccinazione annuale come per l'influenza ma questo scenario probabilemente sarà concreto tra qualche anno. Devo dire che, dopo aver fatto le prime due dosi, ora un pò di paura ce l'ho anche se, numeri alla mano, non sarebbe giustificata". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose del vaccino, parmigiani scettici: "Quante altre ne dovremo fare?"

ParmaToday è in caricamento