Trasporti di anziani e disabili pagamento, il presidente Auser: "Mancano i finanziamenti del Comune"

"Ora dobbiamo chiedere 5 euro a trasporto ma non tutti se lo possono permettere, la convenzione con il Comune di Parma da 13 mila euro non è sufficiente a coprire le spese. A Fidenza hanno risolto subito il problema"

Trasporto di anziani e disabili a pagamento a Parma. Il presidente dell'Auser di Parma Arnaldo Ziveri ci ha spiegato perchè l'associazione ha introdotto la quota di 5 euro per i trasporti nel comune di Parma. 

"Da circa vent'anni - esordisce il presidente Auser - abbiamo un servizio di trasporto gratuito di anziani e disabili, gestito direttamente da noi di Auser, che era finanziato da alcune convenzioni con gli Enti pubblici. Come associazione riceviamo infatti una quota, dagli Enti, per la gestione. Gli avanzi dei finanziamenti li usavamo per realizzare i servizi di trasporto sociale a Parma e a Fidenza con tre macchine a Parma e tre a Fidenza. Con la riforma del 2019 ci sono state alcune modifiche; sono calate le entrate e non abbiamo più avuto questi finanziamenti. A Fidenza offrivamo il servizio a 300 persone, a Parma a 400 per il trasporto per i loro servizi: anziani e disabili. A Parma abbiamo 50 persone con la carrozzina. Ora non possiamo più garantire questo servizio. Nel novembre del 2019 abbiamo chiesto al Comune di Fidenza: in venti giorni l'Amministrazione ha allargato una convenzione a 25 mila euro per garantire il servizio per tutto il 2020.

"Il Comune di Parma invece - prosegue Arnaldo Ziveri - ci ha risposto negativamente perchè c'è già una convenzione in atto per una spesa di 13 mila euro, con altre associazioni, tra cui la nostra. Inoltre riconosciamo anche un rimborso spese ai volontari. Per questo servizio 13 mila euro sono veramente pochi. Ora abbiamo iniziato a chiedere 5 euro per trasporto: alcuni hanno difficoltà enormi anche per 5 euro, se il trasporto deve essere fatto più volte in un mese. Al Comune abbiamo chiesto la spesa che abbiamo affrontato nel 2018, ovvero 33 mila euro. Se il Comune non ci risponderà continueremo a far pagare: a Parma ci sono 44 mila persone con più di 65 anni, tra queste il 2% sono già un certo numero. Ci sono associazioni che hanno entrate autonome: noi facciamo solo convenzione con gli Enti pubblici per dare un servizio ai cittadini". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus: scuole chiuse a Parma e in tutta la regione fino al 1 marzo

  • CORONAVIRUS: TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • ATTENZIONE ! Coronavirus: sui social un'immagine fake di ParmaToday

Torna su
ParmaToday è in caricamento