Treni Fidenza-Cremona, Lega: "Altissimo rischio di contagio per i bus stipati di studenti"

Dopo la cancellazione di due corse i passeggeri, prevalentemente studenti di Busseto e di altri paesi della bassa tra Parma e Piacenza, stavano stipati senza possibilità di rispettare i limiti imposti dalle normative anti contagio

La Regione intervenga immediatamente per evitare che si ripeta ancora una nuova assurda situazione di altissimo rischio di contagio da coronavirus dovuta peraltro a problemi su una linea ferroviaria che da tanto tempo inutilmente si chiede di risolvere”. È quanto chiedono alla Giunta regionale i Consiglieri regionali del Gruppo Lega Salvini Emilia-Romagna, Fabio Rainieri, Vicepresidente dell’Assemblea legislativa, Matteo Rancan, presidente del Gruppo ed Emiliano Occhi, con una interrogazione presentata appena si è diffusa la notizia della cancellazione dei due treni della Fidenza – Cremona sostituiti con bus sui quali i passeggeri, prevalentemente studenti di Busseto e di altri paesi della bassa tra Parma e Piacenza, stavano stipati senza possibilità di rispettare i limiti imposti dalle normative anti contagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quello che è accaduto è gravissimo e non solo perché non si è stati capaci di evitare disagi che flagellano quella ferrovia, nonostante tanti lavori anche recenti su di essa e la delicatezza del momento che stiamo vivendo per l’epidemia di covid-19 soprattutto con la riapertura delle scuole – hanno proseguito i tre leghisti – Non si è infatti nemmeno stati in grado di intervenire sull’emergenza proponendo ai passeggeri soluzioni sostitutive pericolose per la salute loro e di tutti noi, considerato cosa vuole dire favorire la diffusione del Sars-Cov2. Bonaccini e la Giunta regionale non possono rimanere indifferenti a quanto accaduto ma devono intervenire immediatamente anche nel rispetto di territori che hanno enormemente già sofferto per questa epidemia”.   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento